Sei qui:  / Articoli di mafie
mafie
  • L’attentato mancato allo stadio Olimpico

    Sulla mancata strage dello stadio Olimpico di Roma vi sono, innanzitutto, le risultanze consacrate nelle sentenze della Corte di Assise e della Corte di Assise…

     
  • Il 41 bis e quella brutta aria

    La linea del D.A.P. dopo la nomina dei nuovi vertici esposta nel documento del 26 giugno 1993 era stata nell'immediato sostanzialmente disattesa dal Ministro della…

     
  • La stagione dei sequestri di persona

    a cura della redazione di Cosa Vostra Nel libro “Mafia come M” abbiamo voluto inserire anche la stagione dei sequestri di persona avvenuta in Veneto…

     
  • Passaggio a Nordest, la via della droga

    a cura della redazione di Cosa Vostra Nel libro “Mafia come M”, tenendo presente quanto sia importante il valore della memoria, non solo delle vittime…

     
  • L’enigmatico Felice Maniero

    a cura della redazione di Cosa Vostra Nel libro “Mafia come M. La criminalità organizzata nel Nordest spiegata ai ragazzi” - Linea Edizioni, trova spazio…

     
  • Paolo Borsellino non voleva “trattare”

    A quanto sopra osservato deve aggiungersi che le anomalie nell’attività di indagine continuarono anche nel corso della “collaborazione” dello Scarantino, caratterizzata da una serie impressionante…

     
  • Va in scena il grande depistaggio

    Le dichiarazioni di Vincenzo Scarantino sono state al centro di uno dei più gravi depistaggi della storia giudiziaria italiana, che ha condotto alla condanna alla…

     
  • Le calunnie del “pupo”

    All’imputato Vincenzo Scarantino viene contestato il delitto di calunnia continuata e aggravata (artt. 61 n. 2, 81 cpv. e 368, commi 1 e 3 c.p.),…

     
  • Il testimone “imbeccato” a dovere

    Si devono ora analizzare le dichiarazioni rese da Francesco Andriotta nell’ambito dell’odierno dibattimento, anche rispetto a quelle rese negli interrogatori espletati in fase d’indagine preliminare…

     
  • Un summit che non c’è mai stato

    Allo stesso modo, non veniva ritenuta credibile nemmeno la parte del racconto di Andriotta, in cui questi si adeguava alla narrazione, sopravvenuta, della fonte primaria.…

     
  • I Graviano e le accuse di Fabio Tranchina

    Più in generale, le dichiarazioni di Fabio Tranchina, che, curando in quel periodo la latitanza del capo mandamento di Brancaccio, aveva un punto d’osservazione privilegiato…

     
  • Candura, uno dei falsi pentiti

    Si riporta qui di seguito (per maggiore comodità di lettura e consultazione) uno stralcio della deposizione dell’Ispettore Claudio Castagna, che assisteva a detti sopralluoghi (videoregistrati)…

     
  • Giorno dopo giorno fino al 19 luglio 1992

    […]. Proseguendo, poi, nell’analisi delle dichiarazioni rese dal collaboratore di giustizia, sulla preparazione della strage e sulle attività compiute il sabato 18 luglio 1992, dopo…

     
  • Il pentito Spatuzza e il furto della 126

    Il collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza, all’epoca dei fatti oggetto del presente processo era pienamente inserito nella famiglia mafiosa di Brancaccio (famiglia egemone dell’omonimo mandamento,…

     
  • Quegli uomini dei servizi segreti

    Un altro contributo alla ricostruzione della vicenda in esame, difficilmente compatibile con tutti quelli sopra analizzati, veniva fornito con la deposizione (in parte già anticipata)…

     
  • Il capitano con la borsa in mano

    Appare pure molto grave il comportamento tenuto dal Capitano Giovanni Arcangioli del Nucleo Operativo Provinciale dei Carabinieri di Palermo, immortalato nell’atto di allontanarsi dal luogo…

     
  • La scomparsa dell’agenda rossa

    Ci si deve poi soffermare (come preannunciato) sulla vicenda relativa alla misteriosa scomparsa dell’agenda rossa del dottor Paolo Borsellino, dalla quale (come è noto) il…

     
  • Tutti i piani per uccidere Paolo Borsellino

    Nel periodo in cui Paolo Borsellino svolgeva le funzioni di Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Marsala, “Cosa Nostra” portò avanti una pluralità di…

     
  • Accertamenti medico legali di un massacro

    Inoltre, la sentenza emessa il 9 dicembre 1999 dalla Corte di Assise di Caltanissetta ha riassunto nei seguenti termini i risultati degli accertamenti effettuati dai…

     
  • Diritti negati, dalla Cina a casa nostra

    di Francesca Fanuele “Tutto passa, fernisce e se scuorda”, recita un vecchio adagio napoletano. Ma quando si tratta di uomini e del loro bisogno di…

     
  • Un messaggio per abbattere i muri

    di Maria Elena Saporito Maria Elena Saporito, volontaria di Trame Festival “Voi che vivete sicuri”: Se questo è un uomo di Primo Levi ha nel…

     
  • Ascia Nera e l’inferno italiano

    di Leonardo Palmisano Leonardo Palmisano, scrittore, Ascia Nera, Fandango Editore Ascia Nera (edito da Fandango) è l’esito di un’inchiesta durata tre anni, che ha coinvolto…

     
  • C’è del marcio nel piatto

    di Gian Carlo Caselli Gian Carlo Caselli - Ex Magistrato, C’è del marcio nel piatto, Piemme Le pratiche illegali di ogni tipo,  fino alle  mafie, …

     
  • I figli del male

     di Dario Cirrincione Dario Cirrincione, giornalista, Figli dei boss, San Paolo Nell’ultima indagine dell’Istat sulla “percezione della sicurezza” non c’è traccia di “paura della criminalità…

     
  • Il tempo dell’indifferenza

    di Angela Iantosca Angela Iantosca, giornalista “Voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case” scriveva Primo Levi alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Parlava di…

     
  • Il libro nero della Repubblica

    di Rita Di Giovacchino Rita Di Giovacchino, giornalista, Il libro nero della Repubblica. Criminalità e politica: 1960-2018, Castelvecchi A quattordici anni dalla prima edizione "Il…

     
  • L’impresa grigia

    di Stefania Pellegrini Stefania Pellegrini, Docente di Sociologia del Diritto, L’impresa grigia, Ediesse Una mafia che non spara è una mafia innocua, non pericolosa? Una…

     
  • Trame, Lamezia, noi e i nostri ragazzi

    di Armando Caputo Armando Caputo - Presidente Fondazione Trame e Presidente Associazione Antiracket Lamezia Onlus Finalmente arriva “Trame”. Non è la classica battuta pubblicitaria: l’attesa…

     
  • La Quinta Mafia

    di Marco Omizzolo Marco Omizzolo - Sociologo - La quinta mafia, Radici Future Si chiama Quinta Mafia ed indica un modello d'organizzazione mafiosa, originaria della…

     
  • Il bisogno (di tutti) di sentirsi sicuri

    di Gaetano Savatteri Gaetano Savatteri - Direttore Artistico di Trame 9 “Voi che vivete sicuri”: con queste parole comincia la poesia di Primo Levi “Se…