Sei qui:  / Blog / Registrare, il vizietto di Antonello

Registrare, il vizietto di Antonello

 

24

Nell’ambito della descritta tendenza alla documentazione delle sue relazioni con i terzi si inquadrano certamente talune registrazioni, effettuate da MONTANTE o su disposizione dello stesso, di conversazioni intercorse con i terzi. Di seguito verranno riportati alcuni esempi, tratti dalla C.N.R. n. 1092/2017 cit. (da p. 395) e trasfusi nell’ordinanza cautelare, uno dei quali appare particolarmente significativo in quanto offre la legenda della sigla “Aud” talvolta presente nel famoso file excel.
Infatti, posto che, grazie alle intercettazioni compiute nel corso della presente indagine, si è acquisita la certezza della registrazione, da parte di MONTANTE, di una conversazione de visu da lui avuta con Angelo LO MAGLIO (meglio identificato nel brano dell’ordinanza cautelare che ci si accinge a riprodurre), e posto, altresì, che tale conversazione risulta annotata nel predetto file con l’ulteriore indicazione della sigla “Aud”, è possibile inferire che tale sigla significa che, della conversazione con LO MAGLIO, esisteva una traccia audio, per intervenuta registrazione fonica.
Dall’ordinanza cautelare (da p. 720):
Ai fini descritti, va anche richiamata la conversazione telefonica (nr. 2 del 1 7. 6.2015) – già in precedenza riportata – con la quale Vincenzo MISTRETTA evidenziava di avere registrato il colloquio con Gioacchino MONTANTE, dal quale si era recato, su ordine del MONTANTE, per sapere cosa gli fosse stato chiesto in sede di escussione presso questi Uffici.
Così come va evidenziata un’ulteriore conversazione intercettata il 2 settembre 2015 (conversazione ambientale nr. 1942) dalla quale era possibile evincersi che il MONTANTE, quel giorno, si trovasse a bordo dell’auto di GIARDINA Carmela e che, nel tragitto di ritorno verso casa – dopo essere stato in Corso Garibaldi in Serradifalco – avesse iniziato registrato una traccia vocale per “documentare” l’incontro che avrebbe dovuto avere di li a poco con Angelo LO MAGLIO, esponente dei Democratici di Sinistra e direttore del CEFPAS di Caltanissetta, istituto che fa capo direttamente all’Assessore alla salute della Regione Siciliana (Due settembre duemila e quindici..mi sta raggiungendo a casa questo Angelo LO MAGLIO.”).
Giunti presso l’abitazione del MONTANTE, poi, si sentiva il rumore del motore di altra autovettura e si udiva lo stesso MONTANTE salutare un uomo, ovvero proprio il LO MAGLIO.
[…] L’episodio di tale incontro e la sua avvenuta registrazione confluivano puntualmente nel file excel, ove dopo la data “2/9/2015” e l’ora, “10.00” perfettamente compatibili con i riferimenti temporali della intercettazione da parte degli investigatori, veniva indicata la causale dell’annotazione – “app. Angelo LO MAGLIO A/t.” (id est: appuntamento con Angelo LO MAGLIO nella villa di Altarello, zona di Serradifalco) – e l’avvenuta registrazione fonica: “(Aud)”.
Del resto, la correttezza dell’interpretazione è confermata, nel corso dell’interrogatorio del 9 agosto 2018, anche dallo stesso MONTANTE:

P.M. dott. PACI- Allora, senta, c’è una cosa che, insomma, ci ha colpito e quindi vogliamo capire…
MONTANTE ANTONINO CALOGERO – Si, scusi.
P.M. dott. PACI – …se lei oggi dà la stessa versione o continua a sostenere il punto su una vicenda che riguarda sempre i famosi appunti. Cioè lei ha detto che nel file dove c’è scritto “aud”, “aud” sta per “audito”.
MONTANTE ANTONINO CALOGERO – Sì.
P.M. dott. PACI – Ecco, noi vogliamo capire, sapere se oggi questa conferma me la conferma oppure c”è una (versione) che per noi, lo diciamo subito, non è convincente.
AVV. CALECA – Se c”è una registrazione…
MONTANTE ANTONINO CALOGERO – E allora, vi dico subito perche’ è importante questo… questo argomento, è una delle domande che non l’ho scritto, ma che mi aspettavo. Dal 2015 in poi,
dottore Luciani, mi creda, lo faccio per un attimo… Dal 2015 in poi, dottore Paci… no, io…
P.M. dott. LUCIANI – Lei ha capito bene, ha capito benissimo.
MONTANTE ANTONINO CALOGERO – Non ho incontra… non ho incontrato più nessuno. Quando incontravo qualcuno o parlavo a telefono con qualcuno che secondo me poteva chiedermi,
perché poi ci sono tante altre cose che non sono messe in questi fogli, o perlomeno non le ho… non avendo gli altri nominativi, venivano una massa di richieste, una massa di richieste di incontri che non finivano mai, significa Camera di Commercio, Union Camere, telefonate, consorzi universitari, Camera di Commercio, Union Camere, incarichi sotto… tutto quello che era inerente al nostro mondo. Praticamente tutto quello che io ritenevo di incontrare raramente, mi incontravo sempre in compagnia; quando non sapevo cosa mi potesse dire, che poteva essere… poteva essere anche un giornalista di periferia o uno importante, io avevo un aggeggino piccolino, piccolino, che è una sorta di pen-drive, e registravo tutto, significa tutto. Poi se la questione mi interessava, la trascrivevo, quella era… se la questione non mi interessava, significa se non era rilevante, che non mi chiedevano… Continua su mafie

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE