Sei qui:  / Articoli / Informazione / Un anno senza Antonio Megalizzi, oggi iniziativa nazionale a Bari

Un anno senza Antonio Megalizzi, oggi iniziativa nazionale a Bari

 

L’11 dicembre 2018, mentre era in corso la plenaria del Parlamento europeo, il terrorismo colpì Strasburgo. Tre giorni dopo, il 14 dicembre, Antonio Megalizzi morì in seguito alle ferite riportate nell’attentato dei mercatini di Natale. Il giovane giornalista trentino è stato ricordato oggi dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e dal presidente del parlamento europeo, David Sassoli.

Sabato, a un anno esatto dalla sua morte, la Federazione nazionale della Stampa italiana e l’Associazione della Stampa di Puglia renderanno omaggio ad Antonio a Bari con una iniziativa nazionale cui prenderanno parte Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi, i giornalisti Paolo Borrometi e Sandro Ruotolo, il presidente dell’Anci, Antonio Decaro.

L’iniziativa, cui farà seguito una conferenza stampa per presentare l’appello ai sindaci per la piena applicazione dell’articolo 21 della Costituzione, sarà l’evento conclusivo dei lavori dell’VIII Congresso regionale del sindacato dei giornalisti pugliesi, in programma venerdì 13 e sabato 14 dicembre al Centro Congressi di Aeroporti di Puglia.

Tema del congresso sarà ‘Diritto di cronaca, Diritto al lavoro’. Sono previsti i saluti del sindaco di Bari Antonio Decaro, del presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo, del presidente della Giunta regionale Michele Emiliano, dei segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil.

Ai lavori parteciperanno anche la presidente dell’Inpgi Marina Macelloni, il presidente della Casagit Daniele Cerrato, il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffale Lorusso e Giuseppe Giulietti, il presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti, Piero Ricci.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.