Sei qui:  / Articoli / “Liberta’ d’informazione e liberta’ dei giornalisti”, il dibattito su Radio Radicale

“Liberta’ d’informazione e liberta’ dei giornalisti”, il dibattito su Radio Radicale

 

“Abbiamo passato un anno molto difficile con il Governo uscente, si sono visti attacchi quotidiani all’informazione, soprattutto verso organi più piccoli e più fragili. Abbiamo assistito a parole, frasi, atteggiamenti di un signore che passava più tempo a cavalcare le paure che non al Ministero dell’Interno; bene, le  parole e i gesti che questo signore ha usato contro le persone sotto scorta, come se la scorta fosse una pacchia, sono gravissime.  Questo signore, parlo di Salvini, ha introdotto, per esempio con gli attacchi a Roberto Saviano, un concetto grave, trattando le scorte come un privilegio. Se mettiamo insieme gli attacchi all’editoria e la gravissima sottovalutazione di quelle parole  io credo che tocchiamo con mano i rischi che abbiamo corso e che ancora possiamo correre. Sono 22 in Italia i giornalisti sotto scorta, non possiamo e non dobbiamo dimenticarlo e credo che la libertà d’informazione debba essere al primo posto dell’agenda politica di questo Paese, del Pd e di tutte le forze democratiche”. Così Walter Verini ha introdotto il dibattito che si è tenuto sabato 31 agosto alla Festa dell’Unità di Ravenna su “Libertà d’informazione e libertà dei giornalisti “  alla quale hanno partecipato il Presidente di Articolo 21 Paolo Borrometi, i giornalisti Federica Angeli e Paolo Berizzi, entrambi di Repubblica, tutti e tre costretti ad una vita blindata, e Giuseppe Giulietti, Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana che da sempre si batte per la libertà di informazione a tutela del giornalisti e del diritto dei cittadini ad essere informati. Il dibattito è stato seguito da Radio Radicale e si può ascoltare integralmente sul sito della radio a questo link

https://www.radioradicale.it/riascolta?data=2019-09-01#o=15.01.50

Nel corso dei lavori è stata ricordata la data del 20 settembre prossimo, giorno in cui il Tribunale di Roma deciderà se archiviare l’inchiesta sulla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin e Waler Verini ha dato appuntamento a quella data per continuare a combattere “per la verità su quel caso, per Ilaria, per Miran e per tutti noi e perché noi non archiviamo”.

 

(nella foto Waler Verini, che ha moderato il dibattito)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.