Sei qui:  / Articoli / Informazione / Rossi (Fnsi): equo compenso, dopo mesi di discussioni sui parametri finalmente un primo passo

Rossi (Fnsi): equo compenso, dopo mesi di discussioni sui parametri finalmente un primo passo

 

“Un primo passo. Dopo mesi di discussioni e di proposte la Commissione ministeriale per l’equo compenso giornalistico ha votato deliberando di affidare alle parti sociali tempi brevi per la definizione dei parametri sui quali basare l’equo compenso. La scadenza è fissata al 28 febbraio. Sulla base della delibera dall’applicazione dell’equo compenso sono esclusi solo i rapporti che abbiano caratteristiche di non dipendenza economica e sporadici. Il voto della Commissione ha così sbloccato una situazione che aveva portato a travalicare ampiamente i tempi fissati dalla legge ed evitato che dal perimetro di applicazione dell’equo compenso venissero esclusi rapporti di lavoro che, pur avendo un carattere di continuità, sono formalmente libero professionali. Si è trattato di un lavoro difficile e complesso, come sarà quello per la definizione dei parametri, ma, con il voto odierno si è fatto un significativo passo in avanti per dare applicazione concreta alla legge approvata alla fine del 2012”.  Lo scrive in una nota il presidente della Fnsi Giovanni Rossi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE