Sei qui:  / Articoli di Federico Orlando
Federico Orlando
  • Giovanni Spampinato ucciso il 27 ottobre 1972. I suoi articoli mordevano ai polpacci i mafiosi ‘cravatta e lupara’

    Vogliamo ricordare il Il corrispondente de "L'Ora di Palermo" nel bell'articolo scritto da Federico Orlando (presidente di Articolo21, scomparso l'8 agosto 2014) scritto sul sito www.articolo21.org il 13 giugno 2009 all'indomani dell'uscita del libro di Alberto Spampinato, fratello minore di Giovanni "C'erano bei cani ma molto seri. Storia di mio fratello Giovanni ucciso per aver scritto troppo".

     
  • Renzi e la velocità

    (…) Fuori dal mito e dal dramma, a me sembra che il giudizio sulla velocità di Renzi  non tenga conto di una regola universale e…

     
  • La trimurti Berlusconi – Grillo – Salvini

    Chi occuperebbe oggi in Italia il posto di partiti scomparsi? E cosa sarebbe delle istituzioni che quei partiti alimentano (e di cui, purtroppo, si alimentano) in un perpetuo cenone di mezzanotte insieme a gerarchie, corporazioni, caste e altri sguatteri in cucine sporche, popolate di scarafaggi burocratici?

     
  • Stasera mettete le tv sui davanzali

    Ai masanielli del fronte anarchico-conservatore, non piace che Napolitano stasera rinnovi la consuetudine di rivolgersi direttamente al popolo italiano, sfidando i deliri di camalli, di improvvisati costituzionalisti e di comicherie conformiste alla Crozza; e soprattutto l’ira funesta del condannato...

     
  • E se Assange diventa Robespierre?

    Come giornalisti animati dal desiderio di rottamare il vecchio per il nuovo, e mentre Renzi annuncia di voler riformare la giustizia (ma comincia dalla responsabilità…

     
  • La democrazie mafiose contro le lady di ferro

    Le Democrazie mafiose sono partitocratiche, e viceversa. In una sola riga, Panfilo Gentile, socialista poi liberale ribelle, che aveva abbandonato la cattedra di filosofia del diritto per fare l'editorialista politico del “Corriere della sera”, appiccicava due aggettivi infamanti alla democrazia repubblicana nata nel 1945-46: partitocratica e mafiosa. A quarant'anni dal saggio, edito da Ponte alle Grazie, l'assalto a Rosi Bindi da parte del partito del 60 a 0 nei collegi elettorali della Sicilia

     
  • Camere e riforme, il nodo non risolto

    Napolitano ha ripetuto le sue idee sulle riforme costituzionali e sociali ai neocavalieri del lavoro: che sono, se non tentati di frodare il fisco o trasferire le aziende all'estero, parte della parte migliore del paese. Dunque, una platea ricettiva delle idee sul bene pubblico, più di tanta parte della classe dirigente, parlamentare o non. Idee che si concentrano, si fa per dire, nel: 1) dare alla nostra Italia (basta con la buffonata semantica di “questo paese”) istituzioni più coerenti con una democrazia industriale (votare solo la domenica

     
  • Chierichetti in equilibrio

    In un incontro a Radio Città Futura con la professoressa Sofia Ventura, ordinaria di scienza politica a Bologna, sono stato costretto a richiamare ancora una…

     
  • Costituzione: riforme, non “sbreghi”

    Forse non parteciperò alla manifestazione del 12 ottobre, troppo eterogenei sembrandomi gli ideali dei proponenti. Ideali rispettabili, certo, ma non tutti sono i miei. Almeno…

     
  • Quirico, l’informazione e la censura soft

    Da circa due anni minoranze occidentali cosiddette “liberal” stanno conducendo una un’opera di manipolazione contro il regime di Assad (indifendibile). Manipolano nell'interesse oggettivo di liberatori…

     
  • Il gioco non chiaro dei neocostituenti

    Siccome il 30 può succedere tutto,  tutto può succedere anche il 31. Per esempio che,  confermata la condanna, nella destra prevalgano i fautori delle elezioni…

     
  • Costituzione, riformarla non storpiarla

    Alla Costituente, la Commissione dei 75 lavorava in concorde anche se faticosa sintonia; ma quando passava all’altra parte del suo lavoro,  cioè i  compiti politici-legislativi,…

     
  • Governo del fare nel paese del non fare

    Ieri, aprendo il pacco dei giornali (scusate l’espressione demodé: dovrei dire “scorrendo il web”, ma non mi piace) ho trovato almeno un grande quotidiano che…

     
  • Giovanna e Laura, la battaglia del lavoro

    Mentre impazza il caravanserraglio di Forza Italia contro Laura Boldrini e Pietro Grasso, rea lei  d’aver violato il sacro idolo Marchionne e l’altro d’aver  espresso…

     
  • Ferrara e Grillo, due vie diverse per Orwell

    Non so gli altri giornali, ma per quanto riguarda il nostro (Europa Quotidiano, ndr) abbiamo inteso prestare un  po' d'attenzione anche alla modesta manifestazione di…

     
  • Kyenge e Idem, due ministre benemerite

    ...Il merito di Articolo 21, e del suo dinamicissimo direttore del sito, Stefano Corradino, che in pochi giorni raccoglie 130mila firme antirazzismo e le consegna a Schulz, sta nel coinvolgere decine di migliaia di persone in battaglie che la politica da sola non vincerebbe. Così si fece qualche settimana fa in difesa della superquerelata Milena Gabanelli

     
  • E se il parlamento rifiutasse il bavaglio?

    Francamente non capisco tutto questo casino per il ritorno alla carica dei berluscones sulle intercettazioni e sul bavaglio alla stampa, come propone l'avvocato Costa di…

     
  • Milena al Colle? Indro non esitò a dire no

    Come giornalista,mi sento anch'io onorato dalla preferenza per la collega Gabanelli. Il cui nome, aggiungo, ha incontrato il favore anche di elettori che col partito di Grillo non hanno niente da spartire. A quel partito va, tuttavia, riconosciuto un merito: aver fatto arrivare in ordine, dopo la bandiera Gabanelli e la vice bandiera Strada (che tuttavia ha già dichiarato l'ammainabandiera), il prof. Stefano Rodotà (in favore del quale ho firmato l'appello di Articolo 21) e Gustavo Zagrebelsky, che costituiscono per cultura giuridica

     
  • Perché non voglio morire di responsabilità

    Domani dovremmo sapere se la peregrinazione di Bersani, sballonzolato da Ponzio a Pilato (come cantava un rimatore ottocentesco) alla ricerca dell'ardua maggioranza, gli permetterà di…

     
  • Le presidenze che avevamo sognato

    Non vogliamo insistere ancora, dopo i molti articoli pubblicati su questo sito fra domenica e lunedì, sul valore generale che hanno per il centrosinistra le…

     
  • Pd e 5 Stelle, un confronto in Parlamento

    Sono cominciate, da lontano, le manovre per arrivare a una soluzione concordata della crisi post-elettorale, che consenta a un parlamento senza maggioranza di inventarsene una,…

     
  • Quei tanti motivi di gioia al gazebo

    Mi piacerebbe comunicare anche ai colleghi lettori di “Articolo 21” le piccole cose che, al di là del grande fatto politico in sé, hanno reso…

     
  • Italia e Usa, politica e Tv

    Da oggi a domenica, centinaia di giornalisti, parlamentarti, costituzionalisti, sacerdoti del sociali, studenti, sindacalisti, operatori della comunicazione tradizionale e nuova,  si incontreranno in un lungo…

     
  • Ad Acquasparta per una Rai adulta

    Occorre sperare in capovolgimenti di forze elettorali nel prossimo parlamento e nella volontà di una parte, spero maggioritaria, dei giornalisti Rai e del mondo dell'informazione…

     
  • I diritti civili premono

    A Ballarò qualcuno ha ricordato che la ministra del lavoro Fornero è anche ministra delle pari opportunità. E io mi auguro che, in una pausa…

     
  • Corruzione, quella legge tanto odiata

    Ieri l'economista Masciandaro scriveva che dal 20 al 30 per cento dell'economia italiana è illegale e che “un terzo del nostro paese è contrario alla…

     
  • Contro il Colle una Lockheed 2

    La coda dell’estate dei veleni è ancora più velenosa, ma è probabile che, chiuso nel cerchio di fuoco delle verità suggerite giorno dopo giorno dai…

     
  • Il sillogismo dialettico della Fornero

    Non inattesa, ma inesorabile come la Parca, la ministra Fornero è arrivata in commissione lavoro al Senato e ha detto che la proposta di legge…