Sei qui:  / Articoli / Crisi dell’editoria, Fnsi al tavolo col sottosegretario al lavoro

Crisi dell’editoria, Fnsi al tavolo col sottosegretario al lavoro

 

Disponibili al confronto ma senza pregiudiziali. Così la Federazione della Stampa si è presentata al Ministero del Lavoro per la seconda riunione del tavolo tecnico sulla crisi occupazionale del settore e sulla previdenza convocato dal sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon. Presenti il segretario generale Raffaele Lorusso e il presidente Giuseppe Giulietti. La Fnsi ha presentato le proprie proposte, accogliendo l’invito rivolto dal sottosegretario a tutti i partecipanti alla prima riunione a formulare ipotesi di modifiche normative.
La Fnsi ha confermato anche di voler contribuire a individuare le soluzioni necessarie per rilanciare il settore, contrastare il precariato e valorizzare il lavoro regolare. Il sottosegretario Durigon parteciperà all’iniziativa su lavoro e previdenza che la Fnsi organizzerà il prossimo 12 settembre a Roma.

Il sindacato dei giornalisti ha infine ribadito la propria indisponibilità – in presenza delle gravi pregiudiziali contro il lavoro, la professione e gli organismi della categoria – a partecipare alla fase finale dei cosiddetti Stati generali dell’editoria annunciati dal sottosegretario Vito Crimi per il mese di ottobre a Torino. Stante questa situazione, la Fnsi promuoverà nel capoluogo piemontese una propria iniziativa di protesta nella stessa giornata degli Stati generali.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE