Sei qui:  / Articoli / Mafie / Piazzetta 23 maggio a Trapani. L’istituto Pertini chiama la città

Piazzetta 23 maggio a Trapani. L’istituto Pertini chiama la città

 

L’Istituto Eugenio Pertini di Trapani, guidato dalla Dirigente scolastica Maria Laura Lombardo, ha il piacere di annunciare alla città la Prima Piazzetta 23 maggio, “Arte è Vita, Mafia è Morte Memoria e Legalità per una cittadinanza attiva”, promossa dalla Fondazione Falcone e dal Miur, nell’ambito delle iniziative di #PalermoChiamaItalia, nel XXVII Anniversario delle stragi di Capaci e Via D’Amelio. La manifestazione si terrà nella piazzetta di Via Terenzio, quartiere Sant’Alberto-Fontanelle Sud, di fronte ad uno dei plessi dell’Istituzione scolastica. La stessa piazza sarà intitolata, dal Comune, a Francesca Morvillo, la moglie del Giudice Falcone, l’indomani, 24 maggio. La manifestazione nasce dall’approvazione e promozione del Progetto, presentato da questa Istituzione scolastica, da parte della Fondazione Falcone e del Miur e vuole coinvolgere in nome della Memoria e della Legalità, tutte le Istituzioni locali, scolastiche, civili, militari, religiose e associative, per riflettere, educare ed agire insieme nella lotta quotidiana contro le mafie, costruendo percorsi educativi concreti, partendo dalla Scuola, spesso, in certi contesti, unico presidio di Legalità. Tale riflessione si avvalora ancor più, se si guarda il contesto territoriale in cui l’Istituzione scolastica opera: una zona di periferia, del quartiere di Villa Rosina-Sant’Alberto-Fontanelle Sud.

In questa prospettiva, la piazza sarà trasformata in un’officina di creatività, en plain air, in cui interpretare la Legalità attraverso i vari linguaggi espressivi. Già dal mese di marzo, gli alunni e le alunne hanno prodotto dei lavori creativi, preparandosi al concorso per il XXVII anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio“Follow the money. Da Giovanni Falcone alla Convenzione ONU di Palermo  contro la criminalità organizzata transnazionale”, approfondendo la conoscenza delle vittime di mafia, delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio, ma anche del territorio, in cui risiedono. Hanno avuto modo di riflettere su queste figure, come modelli di vita, improntate alla legalità e alla cittadinanza attiva o eroi di umanità, come Barbara Rizzo e i suoi gemellini, uccisi nella strage di Pizzolungo, il 2 aprile 1985. Queste le parole della Dirigente scolastica Maria Laura Lombardo:-L’Istituto Eugenio Pertini è lieto di invitarvi nel piazzale di Via Terenzio per il Progetto Piazzette. Vogliamo riflettere e sensibilizzare le giovani generazioni e le loro famiglie verso una cultura dell’antimafia. Vogliamo commemorare l’anniversario della morte di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e degli uomini della scorta, agitando le coscienze perché siamo convinti che la scuola, in quanto Istituzione ha il dovere di garantire l’istruzione, l’educazione e la formazione dell’antimafia. L’uso di linguaggi espressivi consente ai ragazzi di sviluppare i propri talenti, elaborando messaggi antimafia destinati all’intera comunità. L’iniziativa di questa istituzione scolastica aperta anche alle scuole di Trapani ed Erice, ha visto anche il favore dell’amministrazione comunale, la quale si è impegnata a intitolare, nella giornata successiva, la stessa piazza della manifestazione a Francesca Morvillo. L’Istituto Eugenio Pertini s’impegna ad adottare la piazza nel corso dell’anno scolastico”.

Il ricco programma della giornata parte dalle ore 09:45. Saranno avviati i  “Workshop della Legalità”, con laboratori grafico-pittorici, Street Art, laboratori di scrittura creativi, balli, canti, flashmob contro le mafie, musica, laboratori ludico-sportivi, GiardiniAmo, laboratorio di recupero delle aiuole incolte, in collaborazione con il Comitato di Quartiere e i genitori. Nell’ambito della manifestazione è stato lanciato il concorso “Crea la tua strofa rap”, pertanto nel pomeriggio si esibiranno i rapper e le scuole che parteciperanno alla manifestazione. Alle 17.00 comincia il momento solenne, con i rappresentanti delle Istituzioni civili e militari, le associazioni, le personalità della cultura della città e i parenti delle vittime, invitati a intervenire.

– Ore 17:58 , il  Silenzio militare, eseguito da un alunno, alla tromba

-Ore 18:00 circa – momento di riflessione: Le parole di e per Giovanni Falcone e le altre vittime delle mafie. Monologo su Francesca Morvillo “Nonostante Tutto”, scritto da Giacomo Pilati.

-Concerto dell’orchestra dell’Istituto Superiore Vito Fazio Allmayer, di Alcamo

– Ore 18.30 lancio di palloncini con le ”Parole della Legalità”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.