Sei qui:  / Articoli / Migrazioni / Emergenza Migranti. Spagna batte Italia 2 a 0

Emergenza Migranti. Spagna batte Italia 2 a 0

 

Può darsi che le categorie destra e sinistra appartengano solo al secolo scorso, ma i dubbi restano. In una settimana in Europa si sono formati due nuovi governi: quello Lega-Cinquestelle in Italia e quello di centrosinistra in Spagna. I leader sono tutti giovani, trenta-quarantenni. Dunque cresciuti essenzialmente negli anni 2000 e non nel Novecento. Eppure, che differenze.

Il premier socialista Sanchez ha formato un governo in cui le donne sono 11 su 17 ministri. E sono titolari di dicasteri come Economia, Esteri, Lavoro, Finanze, Giustizia, per citare i principali, e c’è anche un ministero per l’eguaglianza. In Italia il governo Conte, o meglio Salvini-Di Maio, ci sono 5 donne su 19 ministri e si occupano di Difesa, Salute, Affari Regionali, Pubblica Amministrazione e Sud. Della parità non esiste in alcuna competenza ministeriale.

Parliamo della machissima Spagna, che ci rifila in poche ore il primo gol.

Poi arriva il ministro dell’Interno (ripetiamo, dell’Interno) Salvini che, un’ora dopo aver fatto propaganda sui social nel giorno del voto amministrativo per il suo partito, decide di chiudere i porti italiani perché c’è una nave, la Aquarius, con 630 disperati a bordo che non viene fatta attraccare a Malta. L’operazione è condivisa con il ministro delle Infrastrutture Toninelli. I sindaci di centrosinistra offrono i loro porti, e lo fa anche il sindaco pentastellato di Livorno, Nogarin, che però nel giro di un’ora ritira il post e tace (come sappiamo il mondo oggi si comanda via twitter, al massimo Facebook per chi è in grado di scrivere un po’ di più).

Ma ecco che arriva di nuovo Sanchez e decide di accogliere la nave Aquarius per ragioni umanitarie. Attraccherà a Valencia. Ma guarda un po’ questo giovanotto socialista, che non ha giurato sulla Bibbia e si dichiara non credente, quante ne combina!

Adesso ovviamente il governo italiano, perennemente in campagna elettorale, dice che era ora che altri paesi europei intervenissero. Ma il problema è un altro: un governo di sinistra applica la parità uomo-donna e non fa differenze di genere, conosce le regole dell’accoglienza, della solidarietà, e rispetta i diritti umani e i diritti civili. Un governo di destra fa l’opposto. Spagna batte Italia 2 a 0, e W la Spagna.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE