Sei qui:  / Articoli / Informazione / Un progetto europeo, una residenza temporanea e protetta per giornalisti in difficoltà

Un progetto europeo, una residenza temporanea e protetta per giornalisti in difficoltà

 

Nell’ambito del progetto Media Freedom Rapid Response (MFRR), finanziato dall’UE, Q Code Mag, supportata da Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa (OBCT) e dall’European Centre for Press and Media Freedom (ECPMF), lancia il primo appello del programma di protezione per gli operatori dei media chiamato Journalists-in-Residence Milan (JiR Milan).

L’impatto del Covid-19 sui viaggi internazionali e l’impossibilità di prevedere la situazione italiana nei prossimi mesi, hanno portato Q Code Mag a limitare geograficamente i beneficiari: questa prima chiamata sarà aperta agli operatori dei media – italiani o stranieri –  professionalmente attivi in Italia.

L’offerta comprende una residenza di tre mesi a Milano e lo sviluppo di un programma di supporto su misura. Sono ammissibili gli operatori dei media di qualsiasi nazionalità che stanno vivendo rischi/minacce/intimidazioni alla loro persona come risultato diretto del loro lavoro giornalistico.

Questo programma non è in conflitto né in concorrenza con altri strumenti e protezioni esistenti, ma mira ad essere un’ulteriore opportunità di sostegno per gli operatori dei media in difficoltà.

Sulla base dell’analisi delle esigenze fornite nell’intervista, Q Code Mag con il supporto di OBCT e in collaborazione con una vasta rete di partner, offrirà ai beneficiari:

  • il trasferimento temporaneo (tre mesi) a Milano, in un ambiente diverso da quello tradizionale, come opportunità per riposarsi e riprendersi e continuare con l’attività giornalistica in un luogo sicuro senza pressione o censura
  • copertura totale delle spese di alloggio
  • sostegno finanziario
  • consulenza in materia di sicurezza digitale
  • consulenza rispetto agli strumenti di protezione giuridica
  • consulenza e supporto psicologico
  • consulenza professionale in diversi campi (accesso alle informazioni e ai dati, fonte protezione, gestione dei dati, longform, cross-media, webdoc, video, audio doc, libri, visualizzazione dati)
  • sviluppo di un possibile piano di visibilità pubblica: pubblicazione dell’opera del beneficiario e del proprio lavoro, conferenze, webinar, formazione online, incontri con le scuole e gli studenti, collaborazione con i media


Ammissibilità:

  • Essere residente o attivo in Italia da almeno 3 mesi
  • Attività documentata nel settore dei media, preferibilmente nel giornalismo d’inchiesta
  • Operatori che vivono una situazione di rischio/minaccia/intimidazione/disturbo come conseguenza diretta del loro lavoro giornalistico

Scadenza:

Per candidarsi, inviare il proprio cv, il modulo online [scarica qui il modulo] e il questionario [scarica qui il modulo] a redazione@qcodemag.it entro il 28 agosto 2020.

I candidati saranno informati entro il 15 settembre 2020 e il programma inizierà il 1° ottobre 2020. Tutte le informazioni contenute nel modulo di candidatura e nel questionario saranno strettamente confidenziali.

Fonte: Q Code Magazine

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.