Sei qui:  / Blog / Sea Watch, battaglia navale della politica. Come l’hanno raccontata i Tg?

Sea Watch, battaglia navale della politica. Come l’hanno raccontata i Tg?

 

I Tg dal 24 al 28 giugno – La “battaglia” della Sea Watch si impone sull’informazione di primetime, raccogliendo da lunedì a venerdì ben 37 titoli. I temi dell’immigrazione e della sicurezza conquistano ed assorbono l’attenzione delle testate, con il risultato di mettere in secondo piano i tanti fronti aperti per l’esecutivo…

LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

1 COMMENTO

  • Fulvio

    I TG hanno riferito ciò che gli italiani desideravano sentire. Non si sono accorti che il motoscafo della finanza ha fatto una manovra stravagante e di nessuna urgenza (la Sea Watch non stava fuggendo né assaltando l’Italia: perché mettersi in quella posizione pazzesca, se non per cercare di aggravare le accuse?). Non si sono accorti che i migranti “rapiti” dalla Sea Watch sono grati alla Sea Watch stessa. Siamo tutti orgogliosi di aver fatto uno sberleffo all’odiata Germania, rappresentata dalla capitana e all’odiata UE, degli odiati paesi ricchi che ci disprezzano perché siamo poveri. Di strada, raccogliendo le balle di Salvini, possiamo dire di nuovo che in ciò dell’Italia: “La Grande Proletaria si è mossa”. Meglio di così…. Non disturbate la serenità del nostro gentilissimo popolo

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.