Sei qui:  / Articoli / Minacce e Vittime / Mafia a Ostia, il pg della Cassazione ricorda la vicenda di Federica Angeli. Fnsi: “Conferma l’allarme per i rischi che corrono i colleghi sotto scorta”

Mafia a Ostia, il pg della Cassazione ricorda la vicenda di Federica Angeli. Fnsi: “Conferma l’allarme per i rischi che corrono i colleghi sotto scorta”

 

«”La giornalista Federica Angeli vive sotto scorta da più di quattro anni, e lo ricordo a chi sostiene che a Ostia non esiste la mafia!”. Le parole pronunciate oggi dal pg presso la Corte di Cassazione, Pietro Gaeta, confermano non soltanto il giustificato allarme per i rischi che corrono Federica Angeli e altri colleghi che vivono sotto scorta, ma anche la fondatezza delle inchieste su Mafia Capitale curate da numerose cronisti romani». Lo affermano, in una nota, il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti.

«Fra l’altro – proseguono – va ricordato il tentativo, più volte denunciato anche dall’Associazione Stampa Romana e dall’Ordine dei giornalisti del Lazio, di mettere a tacere i giornalisti che si sono occupati delle vicende giudiziarie di Mafia Capitale, documentando le connessioni fra mafia, malaffare e corruzione».

La collega Federica Angeli interverrà martedì prossimo, 31 ottobre, all’iniziativa per le croniste minacciate organizzata dall’associazione “A mano disarmata” nella sede della Federazione nazionale della stampa italiana.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE