Sei qui:  / Articoli / Informazione / Giornalisti: Fnsi, sconcerto su condanna collega “Messaggero” per diffamazione di un anonimo

Giornalisti: Fnsi, sconcerto su condanna collega “Messaggero” per diffamazione di un anonimo

 

“La Federazione Nazionale della Stampa Italiana esprime solidarietà alla collega Teodora Poeta, condannata a una pena pecuniaria dal Tribunale di Roma per un articolo pubblicato sul ‘Messaggero’ nel quale si dava notizia del suicidio di un uomo in precedenza indagato per abuso sessuale su minore. Non si capisce la ‘giustizia’ di una sentenza come questa, poiché l’informazione offerta ai lettori era di interesse pubblico e la collega aveva trattato il caso con grande accuratezza tacendo il nome della vittima e avendo riguardo a non fornire elementi che consentissero di risalire all’identità del minore.
Di fatto la giornalista Teodora Poeta è stata condannata per aver diffamato un anonimo. La Fnsi si unisce allo sconcerto del Sindacato dei Giornalisti abruzzesi, dell’Ordine dei Giornalisti dell’Abruzzo e dell’Unione Nazionale Cronisti Italiani (Unci) e auspica che nei successivi gradi del  giudizio la vicenda abbia un esito diverso, come peraltro aveva sollecitato, in questa fase, il Pubblico Ministero, il quale aveva chiesto l’assoluzione della giornalista.”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE