Sei qui:  / Articoli / Interni / Nomadi, giornata internazionale
Unicef: eliminare discriminazioni

Nomadi, giornata internazionale
Unicef: eliminare discriminazioni

 

“Un impegno specifico del governo e del Parlamento a favore del rispetto dei diritti dei bambini e degli adolescenti rom, sinti e caminanti”. E’ quanto torna a chiedere l’Unicef in occasione della Giornata internazionale del popolo rom che si terra’ oggi in coincidenza con la Pasqua. Un’occasione, spiega l’Unicef, per rilanciare attraverso la campagna ‘Io come tu’ quelli che sono “i principi dell’uguaglianza dei diritti e dell’eliminazione delle discriminazioni per tutti i minorenni, a partire dai piu’ vulnerabili, come quelli di origine straniera e/o appartenenti a minoranze etniche, che sono alla base della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”.
L’Unicef Italia, ultimamente, ha anche contribuito alla stesura della ‘Strategia nazionale 2012-2020 d’inclusione dei rom, dei sinti e dei caminanti’ approvata dal Consiglio dei ministri lo scorso febbraio in attuazione della Comunicazione 173/2011 della Commissione Europea. Attualmente, il testo e’ al vaglio della Commissione che si esprimera’ entro aprile.
La comunita’ rom presente in Europa, secondo l’Unicef, rappresenta la piu’ grande minoranza etnica europea con piu’ di 11 milioni di persone, di cui il 35,7% con un’eta’ inferiore a 15 anni. In Italia, le ultime stime parlano di una presenza di 130-170mila presenze, di cui la meta’ cittadini italiani. Una popolazione che in Italia e’ composta per il 60% da minori di 18 anni, secondo quanto riporta il Rapporto conclusivo dell’indagine sulla condizione di rom, sinti e caminanti in Italia redatto dalla Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato. Un popolo che vive ancora oggi una “discriminazione multipla”.

Leggi:

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE