“Gustamundo”. Vota e sostieni un progetto di integrazione economica e sociale

0 0

Il progetto Gustamundo nasce a Roma nel 2017 da un’idea di Pasquale Compagnone e ha come obiettivo l’integrazione economica e sociale di rifugiati politici attraverso la cucina. Nel ristorante etnico ed etico, sono infatti impiegati – come Chef e responsabili di sala – uomini e donne che erano già cuochi o ristoratori nei loro paesi di provenienza.

GUSTAMUNDO, in principio sostenuto e finanziato dal ristorante messicano El Pueblo, offre opportunità lavorative e di sviluppo professionale a Persone che vivono in condizioni di fragilità e a rischio di emarginazione. A GUSTAMUNDO, la diversità di origine e cultura è una fonte di arricchimento reciproco. Situato nel quartiere di Valle Aurelia, a pochi passi dal Vaticano, questo piccolo “porto culinario” ha attivato nel corso dei primi tre anni di attività numerose collaborazioni con partner strategici quali ad esempio: numerosi CAS e SPRAR di Roma e dintorni, Casa di Leda e altre case famiglia ospitanti rifugiate ragazze madri, Humilitas Onlus, Comunità di S. Egidio, Caritas Italiana, IIS Domizia Lucilla (progetto sull’alternanza scuola – lavoro), Croce Rossa Italiana, Centro Astalli per i Rifugiati, Joel Nafuma Refugee Center (JNRC) e ItaliaHello. Dal suo avvio, il progetto ha coinvolto circa 60 Chef (di cui circa la metà donne) rifugiati politici, provenienti da diversi paesi del mondo come: Senegal, Mauritania, Mali, Costa d\’Avorio, Guinea, ma anche Siria, Afghanistan, Iran, Iraq. In appena tre anni, Gustamundo ha rilasciato circa 200 CUD. Attraverso la partecipazione alle varie attività di lavoro (ristorante e catering), si è provveduto contestualmente, ad effettuare formazione professionale diretta per i beneficiari del progetto che ad oggi sono in grado, in maniera autonoma, di organizzare le varie attività professionali.

Nonostante le difficoltà delle restrizioni per il COVID-19, il progetto non si è interrotto grazie all’entusiasmo di tutti, sia con l’attività del ristorante negli orari consentiti, sia incrementando l’attività di catering multietnico.

Il progetto prosegue con il fine di formare via via sempre più professionisti del settore a più livelli, non solo ristorazione ma anche legislativo e gestionale, in modo che possano diventare autonomamente piccoli imprenditori di un’impresa di catering e ristorazione multietnica.


Tanti modi per sostenere l’iniziativa e diventare protagonista di un viaggio tra i sapori del mondo:

  • VOTA 4 volte il nostro progetto su www.givingtuesday.it
  • VIENI a conoscere il ristorante prenotando su www.gustamundo.it
  • ORDINA SU www.foodmenu.it/elpueblo un catering multietnico e portiamo un mondo di sapori a casa tua!
  • DONA su www.ungiornoperdonare.it a favore della costituzione di un’impresa autonoma di catering e ristorazione multietnica costituita dai rifugiati politici formati grazie al progetto Gustamundo.
  • CONDIVIDI con i tuoi contatti il nostro progetto e invita anche loro a partire insieme ed essere con te protagonisti del nostro viaggio tra i sapori del mondo!