Biden, quella telefonata con il Papa e il futuro del mondo

0 0

L’atto politicamente più significativo compiuto fino ad oggi da Joe Biden e’ stato il suo commento alla telefonata con il Papa. Bergoglio lo ha chiamato per complimentarsi. Per farlo ha dovuto telefonare direttamente a Wilmington perché il centralino del dipartimento di stato a Washington ha respinto tutte le chiamate dei capi di stato e di governo con la risposta: ”Il presidente e’ Donald Trump”. Ma mentre il commento pubblico alle telefonate di Merkel, Johnson, Trudeau, Macron era stato molto scarno ,il comunicato del transitional team di Biden sul colloquio papale e’ stato molto più  articolato. “Biden ha ringraziato Sua Santita’ per la benedizione che ha voluto darci-recita il comunicato ufficiale- e ha espresso il suo desiderio di lavorare insieme al Pontefice nella comune fede per la dignita’ e l’eguaglianza di tutta l’umanita’ su questioni come l’assistenza ai marginalizzati e ai poveri,la crisi del cambiamento climatico, l’accoglienza e l’integrazione dei migranti”.  In poche righe un programma politico opposto a tutto quel che ha fatto Trump  finora. Il presidente repubblicano e’uscito dall’accordo sul clima di Parigi, e fra i punti simbolici del suo programma c’e’ il muro con il Messico come simbolo di una stretta decisa alle politiche di accoglienza. Non sara’ facile per Biden portare avanti questi progetti. La maggioranza democratica al congresso è più risicata che in precedenza e i repubblicani hanno buone possibilita’ di mantenere la maggioranza al senato (il battage sui brogli di questi giorni serve molto in realtà alla campagna in Georgia che deve ancora esprimere due  senatori che potrebbero essere decisivi).  Il mondo religioso americano poi è tutt’altro che compatto intorno a Biden. Gli evangelici sono dichiaratamente pro Trump e anche fra le gerarchie cattoliche e’ molto forte la corrente anti Bergoglio. Poi c’e’ il problema degli equilibri all’interno del partito democratico: l’ala sinistra impersonata da Alexandra Ocasio Cortez spinge su aborto e diritti transgender temi sensibili per il mondo cattolico. Insomma per Joe Biden non mancheranno i problemi per applicare i principi enunciati nella telefonata con il Papa. Ma la rotta e’ tracciata in maniera chiara come mai prima d’ora.