Sei qui:  / Articoli / Sciopero per il clima, studenti in piazza per il futuro che gli stanno rubando

Sciopero per il clima, studenti in piazza per il futuro che gli stanno rubando

 

Greta con la sua giacca gialla è il canarino della miniera, che serviva ai minatori per capire quando il gas era letale, anche se loro ancora non lo sentivano. Greta ha iniziato da sola, ma non in solitaria. Perché per non andare a scuola ogni venerdì di sciopero, ha potuto contare su una famiglia sensibile, su un preside intelligente, su forze dell’ordine che hanno tollerato il suo gesto davanti al Parlamento, senza caricarla su un’auto e convocare i genitori per una ramanzina in commissariato.

Quello che invece sarebbe capitato all’italiana Maria, presa a sberle dal padre e trascinata via da Piazza Montecitorio, perché il preside dopo il secondo venerdì di assenza avrebbe telefonato a casa, minacciando la sospensione e il 7 in condotta. Con una bella lavata di capo la sera a cena: “Non lo fare più, capito? Ti vuoi rovinare l’anno? Ma pensi veramente che se metti un cartello davanti al Parlamento poi cambia il mondo? La gente passa e se ne frega, che ti credi. E tu vieni bocciata. Impara a farti gli affari tuoi, come fanno tutti… e mangia, ché si fredda la pasta”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.