Sei qui:  / Articoli / Informazione / Sarà intitolato a Megalizzi il prossimo Congresso Fnsi

Sarà intitolato a Megalizzi il prossimo Congresso Fnsi

 

Toccante incontro denso di umanità e di solidarietà alla famiglia di Antonio Megalizzi a San Michele all’Adige, momento culminante dell’intensa giornata trentina di Giuseppe Giulietti e Paolo Borrometi.
Hanno portato il saluto ed il sostegno della FNSI, di Articolo 21, dell’Usigrai e del Sindacato Giornalisti del Trentino Alto Adige oltre a Giuseppe Giulietti e Paolo Borrometi, anche Daniele Macheda (cugino di Antonio) e Rocco Cerone.
Insieme a Domenico, Anna Maria e Federica Megalizzi e la fidanzata Luana Moresco non hanno voluto mancare Alice Plata e Cinzia Moser di RadUni Europhonica.
Pur rispettando l’immenso dolore che ha colpito la famiglia Megalizzi, quella della sua ragazza e dei colleghi universitari di RadUni Europhonica, è stata ribadita la disponibilità a mettere a disposizione il know how dei vari soggetti  nelle iniziative che la famiglia deciderà di promuovere, sempre ed esclusivamente con il suo consenso.
L’idea che si sta delineando è quella di un soggetto istituzionale, con la regia in capo alla famiglia, e con una possibile e auspicata partecipazione di FNSI, USIGRAI, Sindacato Giornalisti del Trentino Alto Adige Journalisten Gewerkschaft, Provincia Autonoma di Trento, che possa racchiudere e perpetuare i valori europei di convivenza nei quali credeva Antonio Megalizzi e portarli avanti con progetti concreti.
Il primo passo della collaborazione reciproca sul quale si è trovata la condivisione della famiglia è l’intitolazione ad Antonio Megalizzi del XXVIII congresso della FNSI che si aprirà martedì 12 febbraio a Levico con un omaggio ed una testimonianza del collega di RadUni Europhonica Alberto Ferraresso. Sessione inaugurale delle assise congressuali che vedrà la presenza anche delle famiglie di Andy Rocchelli e di Giulio Regeni, adottate dalla FNSI nelle loro battaglie di verità e giustizia e che testimoniano il ruolo di sindacato di servizio della FNSI e di difesa della libertà di stampa e di espressione non solo dei colleghi ma anche delle persone che non hanno il tesserino dell’Ordine.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE