Sei qui:  / Articoli / Informazione / Minacce e Vittime / L’ultimo saluto ad Antonio Megalizzi. Giulietti: “la sua testimonianza non venga dispersa”

L’ultimo saluto ad Antonio Megalizzi. Giulietti: “la sua testimonianza non venga dispersa”

 

Oggi a Trento l’ultimo saluto a Antonio Megalizzi alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Anche Articolo era presente al rito funebre, al quale hanno partecipato i rappresentanti della Federazione Nazionale della Stampa, il presidente Beppe Giulietti e il segretario Raffaele Lorusso. In tanti hanno voluto stringersi alla famiglia del giovane giornalista, ucciso nell’attentato al mercatino di Strasburgo lo scorso 12 dicembre.  C’è chi è arrivato dalla Repubblica Ceca, dalla Francia, dal Belgio, persino dagli Stati Uniti, come la cantante italo-americana Mia De Luca, amica di Antonio, chi è arrivato in auto o in treno da diverse regioni d’Italia.
“Ci siamo recati nel duomo di Trento – ha affermato Giulietti – per rendere l’omaggio dei giornalisti italiani della FNSI e dell’ODG ad Antonio Megalizzi, un giovane che aveva nel cuore l’Europa unita, la solidarietà e la libertà di informazione. Lo ricorderemo nelle prossime settimane, dopo avere ascoltato i familiari, i suoi colleghi e i suoi amici, trovando il modo migliore per sostenere i suoi progetti professionali, di studio e di impegno etico e civile, ha aggiunto Giulietti. Ci appare davvero essenziale che la sua testimonianza non venga dispersa e sia portata avanti da altri giovani che siano in grado di ripercorrere le sue orme, ha concluso”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE