Sei qui:  / Articoli / Interni / Minacce a Pietro Nardiello, giornalista anticamorra e collaboratore di Articolo21

Minacce a Pietro Nardiello, giornalista anticamorra e collaboratore di Articolo21

 

Minacce a Pietro Nardiello, giornalista napoletano e collaboratore di Articolo21 da sempre sensibile e impegnato sul fronte della lotta alla criminalità. Il vetro rotto dell’auto con un cartello inequivocabile. “Ho denunciato l’accaduto al Commissariato di Chiaiano – scrive Nardiello al sito di Articolo21 – che poi provvederà a informare anche la Digos. In questa zona avevo subito in passato qualche piccolo dispetto all’auto, ma niente di che, anche se poi qualcuno non mi stima molto per quello che scrivo…”

“Non e’ sempre facile stabilire un nesso fra un’intimidazione e le ragioni che hanno mosso chi l’ha posta in essere“, commenta Carlo Verna, coordinatore del circolo territoriale di Napoli di Articolo21. “Proprio quando e’ oscuro anche il perche’ di un atto occorre lo sforzo maggiore e immediato per individuarlo. Nel caso del danneggiamento dell’auto del collega Pietro Nardiello,avvenuto a Napoli nella zona di Chiaiano e dei cartelli contro di lui affissi sulla vettura c’e’ pero’ un esplicito riferimento alla qualita’ di giornalista della vittima dell’atto intimidatorio. In passato Nardiello ricevette telefonate di minacce legate a corrispondenze dal casertano. Il circolo napoletano di Articolo 21 mette in sequenza fatti e chiede che sull’episodio sia fatta piena luce,testimoniando vicinanza al giornalista al centro della vicenda”.

La redazione di Articolo21 esprime tutta la sua solidarietà all’amico e collaboratore Pietro Nardiello e lo invita a non arretrare nel suo impegno importante.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE