Sei qui:  / Articoli / Esteri / In Tribunale se twitti Gramsci?

In Tribunale se twitti Gramsci?

 

A postare su Twitter frasi di Gramsci si rischia di essere chiamati a comparire dalla giustizia spagnola? Se i fatti venissero confermati, sarebbe tristemente così. Ma ancora non possiamo esserne sicuri. Almu Montero è una bloguera abbastanza nota in Spagna in particolare per la copertura che da tempo fa delle manifestazioni degli Indignados. Sul suo account di Twitter  ha postato alcune citazioni di Antonio Gramsci nelle quali la magistratura avrebbe individuato finalità violente, chiamandola quindi a comparire. Il condizionale è d’obbligo perché i fatti non sono sufficientemente chiari. Se la stolidità più volte manifestata da polizia e magistratura spagnole nell’opera di repressione del dissenso avalla la possibilità che il fatto possa essere realmente avvenuto, non poche perplessità accompagnano la vicenda. A cominciare dal fatto che il giorno in cui sarebbe avvenuta la deposizione, ieri 7 gennaio, a Madrid era festa.
La notizia ha fatto comunque il giro della rete ed è stata ripresa da alcuni siti web di quotidiani, non solo spagnoli. Per esempio dal Corriere della Sera, nel cui articolo i fatti sono dati per certi. Tra molte incertezze giornalistiche, a partire dalla descrizione dell’Audiencia Nacional come “tribunale speciale”, quando basterebbe controllare su wikipedia per arrivare all’affermazione che Almu sarebbe stata “denunciata”, quando al massimo si tratterebbe di una richiesta di comparizione, per finire con il presunto anonimato di @almu_en_lucha, che anonima non è per niente, dato che si chiama Almudena Montero e ha anche pubblicato un libro del quale parla sia sul blog che su Twitter.
Ma, a parte le solite superficialità giornalistiche, a una più approfondita ricerca nel web si possono facilmente trovare i dubbi che la vicenda solleva. A cominciare dalla apertura o meno degli uffici, effettivamente chiusi con l’eccezione di quello del Giudice di guardia – che non dovrebbe essere quello che eventualmente interessato al caso – come era possibile verificare facendo una
semplice telefonata al centralino, come abbiamo fatto, trovando il numero sulle Paginas Blancas
Notizia vera o caso montato, dunque? E’ presto per dirlo. A domande specifiche la Montero non ha risposto. Ma intanto son piovute dichiarazioni di solidarietà, anche da parte di politici, e pagine web e dei quotidiani son state dedicate alla vicenda. Aspettiamo gli sviluppi e sapremo se manifestare piena solidarietà o meno. Il lato positivo è che Gramsci, poco conosciuto in Spagna, sia diventato in poche ore uno dei trending topic di Twitter e in molti si siano incuriositi, chiedendosi chi era e che aveva scritto. Le vie della conoscenza sono infinite.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE