Informazione

CIAO SANTO!

SantoDellaVolpe30

Questa mattina è venuto a mancare Santo della Volpe, nostro amico e compagno di tante battaglie. E’ stato uno dei soci fondatori di Articolo21 e in questi anni lo abbiamo sempre trovato al nostro fianco, sempre in prima fila per difendere la libertà di informazione da ogni tipo di attacco e manipolazione.

Ieri mattina eravamo insieme nella sua casa con la moglie Teresa e Vittorio Di Trapani. Pur stando male, pur essendo debolissimo e con voce flebile non ci ha mai parlato della sua malattia, ma dei suoi e dei nostri progetti futuri. Delle battaglie da fare per la libertà di espressione, contro la precarietà nell’informazione, sul tema della diffamazione.
E’ proprio su questo tema, la diffamazione che Santo ha scritto un mese fa il suo ultimo articolo, per il nostro sito e per quello di Libera Informazione. Per questo lo ripubblichiamo e potete leggere in questo link i suoi pezzi di questi anni.

Il modo migliore che abbiamo di ricordarlo è fare tesoro delle sue parole e della sua voglia di combattere a testa alta, fino alla fine contro tutte le ingiustizie. Quelle della nostra società e della brutta malattia che ce lo ha portato via…

 

9 luglio 2015
 
 

3 commenti

  • Silvia Manderino scrive:

    Sono profondamente dispiaciuta. Santo Della Volpe era uno dei migliori giornalisti che abbiamo avuto la fortuna di conoscere: ci ha fatto conoscere qual’è la vera informazione.

  • alberto vitucci scrive:

    Santo Della Volpe, uno degli esempi più alti per chi voglia capire cosa significa davvero fare il giornalista. Cercare notizie, rivelare quello che il potere _ qualunque potere _ non vuole sia rivelato. Senso etico, indipendenza, coraggio. Presidente ideale di urna categoria che ha bisogno di rilancio. Sindacale ma anche professionale e morale. Averne di giornalisti così.
    ciao santo, mancherai davvero a tutte le persone libere
    alberto vitucci

  • Carlo soricelli scrive:

    l’Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro è profondamente addolorato per la morte di Santo Della Volpe che in tutti questi anni ci ha aiutato a diffondere la reale situazione delle morti sul lavoro.