Contro la violenza – L’identità culturale per la costruzione di network di contrasto e prevenzione della radicalizzazione”. 9 e 10 aprile

0 0

Offrire conoscenze e strumenti critici per prevenire ed eventualmente contrastare, fin dalla più giovane età, sintomi precoci o manifestazioni di insofferenza civile, violenza politica e radicalizzazione religiosa: è questo ciò che si propone il progetto finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia e promosso dal Dipartimento degli Studi Umanistici dell’Università di Trieste intitolato “Contro la violenza – L’identità culturale per la costruzione di network di contrasto e prevenzione della radicalizzazione”.

L’iniziativa, che coinvolge diversi atenei dei Paesi del Nord Africa e dei Balcani e alcune realtà associative come l’Alliance Française, l’Associazione Italo-Americana, l’Associazione Italiana Biblioteche e intende incoraggiare la conoscenza reciproca tra le diverse realtà culturali coinvolte, prenderà avvio con un convegno — aperto a docenti, educatori ed educatrici, studiosi e studiose, studenti e studentesse e a tutte le persone interessate al tema — in programma venerdì 9 e sabato 10 aprile sulla piattaforma Teams (per ottenere le credenziali occorre registrarsi inviando una mail entro giovedì 8 aprile a controlaviolenza@units.it).

«Il progetto — dichiara la responsabile, la prof. Sergia Adamo — vuole provare a riflettere sulle cornici che la cultura può costruire attorno all’eventualità della violenza, per riuscire a inquadrarla e trasformarla in una diversa immaginazione del futuro. E parlare di cultura in questo senso significa pensare a interi modi di vita che s’intrecciano, che riconoscono la conflittualità, ma la inquadrano per affrontarla, attraverso la conoscenza e il riconoscimento della diversità. Questo si rende possibile a partire dalla condivisione di ricerche e pratiche in una rete di Università che dall’Italia, da Trieste, si dirama in diversi Paesi: Egitto, Pakistan, Marocco, Libano, Bosnia, Tunisia, Algeria.»

Il programma completo è disponibile sul sito www.controlaviolenza.units.it

Per i e le docenti di ruolo è possibile registrarsi anche tramite il portale Miur S.O.F.I.A. (nome del corso: “Contro la violenza: l’identità culturale per la costruzione di network di contrasto e prevenzione alla radicalizzazione”), per ottenere l’attestato relativo alla frequenza delle ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.