‘Ritorna la libertà di stampa’, dal 14 gennaio in libreria il volume di Giancarlo Tartaglia

0 0

Frutto di un’approfondita ricerca attraverso le carte di archivio, in particolare quelle della Fnsi, della Commissione Unica per la tenuta degli albi e delle Commissioni per l’epurazione, l’opera ricostruisce la storia del giornalismo italiano negli anni della transizione dal regime totalitario alla democrazia.

Dal 14 gennaio in libreria il volume di Giancarlo Tartaglia ‘Ritorna la libertà di stampa. Il giornalismo italiano dalla caduta del fascismo alla Costituente (1943-1947)’ edito da Il Mulino. L’opera, frutto di un’approfondita ricerca attraverso le carte di archivio, in particolare quelle della Federazione nazionale della Stampa italiana, della Commissione Unica per la tenuta degli albi e delle Commissioni per l’epurazione, ricostruisce la storia del giornalismo italiano negli anni cruciali della transizione dal regime totalitario al regime democratico. Si affrontano i temi dell’epurazione della categoria, ma anche dell’epurazione delle testate giornalistiche, nonché quello dell’abolizione o ricostituzione di un albo professionale.

Sono anni in cui, nell’enfasi della riconquistata libertà, nascono nuovi giornali e si affaccia una nuova generazione di giornalisti. Tema centrale restava quello di cosa si dovesse intendere per libertà di stampa: quali fossero i limiti della censura e delle autorizzazioni.

Tutto accade in quei 4 anni e mezzo che vanno dalla caduta del fascismo (25 luglio 1943) alla conclusione dei lavori dell’assemblea Costituente. Anni nei quali, dopo i 45 giorni del governo Badoglio, l’Italia divisa in due era sprofondata in una dolorosa guerra civile e che si concluderanno con il referendum istituzionale e l’elezione di una assemblea Costituente che, pur tra scontri e accese polemiche, definirà, con l’approvazione dell’articolo 21 e la nuova legge sulla stampa, quel regime di libertà di stampa e di opinione che è stato alla base dello Stato repubblicano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.