Sei qui:  / Articoli / Informazione / Bielorussia. Libertà per Larysa Shchyrakova

Bielorussia. Libertà per Larysa Shchyrakova

 

L’Europa  chieda libertà per Larysa Shchyrakova e per gli altri giornalisti incarcerati in Bielorussia dopo le elezioni truffa che hanno riconfermato Aleksandr Lukashenko alla guida del paese. Larysa è stata arrestata giovedì e portata al centro di detenzione preventiva di Homiel. Le autorità infatti l’hanno accusata di presunta partecipazione ad azioni di protesta non autorizzate. I giornalisti sono tra i principali bersagli della repressione messa in atto dal Governo e giovedì hanno per la prima volta manifestato davanti al ministero dell’Interno a Minsk, per protestare  contro il mancato rilascio di sei colleghi arrestati il primo di settembre e ancora in carcere: Nadezda Kalinina, Alexei Sudnikov, Andrei Shevlyuga, Maria Elyashevich  , Svyatoslav Zorki e Nikita Nedoverkov.  Ma nel corso della manifestazione, la polizia ha arrestato anche Larysa e il collega Dzmitry Brushko: quest’ultimo è poi stato rilasciato.

La persecuzione dei giornalisti avviene con pretesti di ogni genere, prima fra tutti l’accusa di partecipare a manifestazioni illegali o addirittura di esserne i coordinatori. La Federazione europea dei giornalisti ha chiesto con forza all’Unione Europea e all’Osce di intervenire urgentemente per porre fine a questa violazione continua dei diritti e a questa pressione incessante sui media , che mira a costruire un muro di silenzio in Bielorussia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.