Sei qui:  / Articoli / Festival del Giornalismo libero a La Sapienza

Festival del Giornalismo libero a La Sapienza

 

E’ cominciata oggi la prima edizione del  Festival del giornalismo libero, due giorni su “Informazione-bene-comune, garanzia di libertà e di democrazia”  presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università La Sapienza organizzata dalla RETE #NOBAVAGLIO – Pressing – Liberi di essere informati (la rete di giornalisti e attivisti per i diritti umani nata nel 2015 da un appello sulla libertà d’informazione scritto insieme al professor Stefano Rodotà)  insieme agli studenti dell’UDU – Unione degli Universitari de La Sapienza. Sono previsti conferenze e dibattiti con l’obiettivo di coinvolgere tutta la comunità studentesca per riflettere sui principi della libertà di parola e di espressione, sui nuovi mezzi dell’informazione e la semplificazione nell’era digitale, che ci impone di interrogarci sul rapporto dei giornalisti con la società, in un’epoca storica in cui il ruolo di chi lavora nel settore dell’informazione è messo sotto attacco. Se ne parlerà con Carlo Verdelli, don Luigi Ciotti, Lucia Annunziata, Marco Damilano, Fiorenza Sarzanini, Massimo Giannini, Federica Angeli, Paolo Borrometi, Beppe Giulietti, Sandro Ruotolo, Marco Tarquinio, Carlo Bonini, Lirio Abbate, Giuseppe Smorto, Nicola Perrone e molte altre personalità riconosciute a livello nazionale esperte del campo.

Ma non è tutto: durante il Festival verrà lanciato il Concorso a premi “Creatività e innovazione: nuovi linguaggi per nuovi pensieri”!

I partecipanti dovranno presentare un’opera creativa originale a scelta tra: video inchiesta, fumetto, articolo di giornale, poesia e fotografia, ideata e realizzata su ispirazione dei temi trattati durante le conferenze del festival.

Per la partecipazione al premio il candidato dovrà possedere i seguenti requisiti: avere tra i 18 e i 35 anni e risiedere nella Regione Lazio.

Verrà decretato un vincitore per ogni categoria, per un totale di 5 vincitori a cui verranno assegnati altrettanti premi in voucher. Le iscrizioni al Concorso avverranno durante le pause pranzo della due giorni.

Di seguito il programma completo: “Libertà di parola”, “Fare giornalismo d’inchiesta oggi”, “Mondo dell’editoria cartacea e giornalismo digitale”, “Fake-news”. Sono i titoli delle quattro conferenze in programma il 9 e il 10 ottobre nella facoltà di Giurisprudenza della Sapienza. E poi: “Il linguaggio universale della musica” con il confronto tra il cantante Leroy Gomez, il critico Ernesto Assante e gli studenti dell’ateneo.

Durante il festival due forum sono dedicati al mondo radiofonico “Onda libera: Radio e informazione sociale (e in particolare al fenomento delle radio-web impegnate) e al confronto diretto tra giornalisti e le reti di associazioni e organizzazioni in prima linea per i diritti umani con “Fare rete: giornalismo e diritti umani”. Inoltre durante la due giorni sarà attivato un media-center ( coordinano Andrea Bernabeo, Maria Tiziana Lemme, Roberto Pagano, Ivano Maiorella, Stefano Testini, Maria Cristina Massaro, Cristina Volpe e Matilde Santarelli) per raccogliere e rilanciare le opinioni degli studenti e per produrre interviste tra i partecipanti con il supporto delle Radio Universitarie con Radio Sapienza, Radio Radicale, del Giornale Radio sociale, della ReteNobavaglioPressinweb  e dell’Udu.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.