Sei qui:  / Articoli / Misteri italiani / Strage Ustica. Appello familiari vittime: vogliamo la verità, pena una forte lesione nella nostra dignità nazionale

Strage Ustica. Appello familiari vittime: vogliamo la verità, pena una forte lesione nella nostra dignità nazionale

 

“Vogliamo ribadire, in questo 39° Anniversario della Strage di Ustica, che proprio perché:

 -E’  CERTO   che il DC9 Itavia è stato abbattuto all’interno di un episodio di guerra aerea
– E’  CERTO   che vi erano aerei americani, francesi, inglesi e forse libici nel cielo del Tirreno
– E’  CERTO  che qualcuno ha deciso che noi, parenti delle vittime e gli italiani tutti non dovevano sapere

vogliamo ribadire, dicevo, che riteniamo insufficiente  l’impegno del Governo italiano e della Diplomazia nel richiedere e nel pretendere risposte esaustive dai Paesi amici ed alleati, affinché si riescano  a determinare  gli autori materiali dell’abbattimento di un aereo civile in tempo di pace.

La nostra battaglia continua poiché crediamo che si debba finalmente scrivere tutta la storia  di questa indicibile tragedia,   tutta la verità è necessaria, pena una forte lesione nella nostra dignità nazionale.

Anche quest’anno ricorderemo a Bologna, in Consiglio Comunale con il Sindaco Virginio Merola,  le autorità civili, militari e religiose, e i parenti tutti la tragedia  e senza retorica ne presunzione vorremo rivendicare, con orgoglio, quanto determinante  sia stata la nostra battaglia per la verità,  quanto importante sia stato comprendere che il Sapere in questa vicenda  era tutto in mano militare e  quanto l’idea di chiedere a dei Professori, ai Periti del Politecnico di Torino di coadiuvarci per cercare la verità, sia stata l’idea vincente: essi hanno lentamente smontato e delegittimato scientificamente le ricostruzioni dei militari, il castello di menzogne e di sotterfugi che occultavano la verità sulle cause della tragedia.

Continuiamo inoltre a denunciare quanto l’applicazione della Direttiva Renzi sia carente e  mostri la scarsa collaborazione delle Amministrazioni dello Stato nel cercare e nel consegnare all’Archivio di Stato,  il materiale in loro possesso relativo al periodo stragista. Rispetto alla vicenda di Ustica poi, continuiamo a denunciare quanto sulla vicenda manchi materiale coevo ai fatti, di molti Ministeri.

Rimane il nostro impegno, anche in questo Anniversario, nel continuare a fare Memoria, dinanzi al Museo per la Memoria di Ustica, con tanti eventi che dal 27 giugno fino al 10 agosto verranno rappresentati nel Parco antistante.  Sono tutte produzioni originali che gli artisti e gli attori, nei più diversi linguaggi dell’Arte, ci offriranno,  interpretando e raccontando con le loro parole, i loro gesti, le loro note, le emozioni e le suggestioni che quel luogo, il Museo, e la vicenda di Ustica hanno suscitato in loro”. 

Associazione Familiari Vittime Strage di Ustica

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.