Sei qui:  / Articoli / A Sandro Ruotolo il Premio Leali delle Notizie in memoria di Daphne Caruana Galizia

A Sandro Ruotolo il Premio Leali delle Notizie in memoria di Daphne Caruana Galizia

 

E’ Sandro Ruotolo, giornalista d’inchiesta, che vive sotto scorta dal 2015 per le minacce di morte ricevute a seguito della sue inchieste sul traffico dei rifiuti tossici in Campania, il vincitore della seconda edizione del “Premio Leali delle Notizie, in memoria di Daphne Caruana Galizia” (la giornalista maltese uccisa in un attentato nell’ottobre 2017). Il premio sarà consegnato domani, sabato 15 giugno, alle 20 nel corso dell’ultima giornata della quinta edizione del Festival del Giornalismo, in corso a Ronchi dei legionari (Gorizia). A Ruotolo verrà donata un’opera d’arte realizzata dall’artista Franco Ciot. La finalità del premio è quella di riuscire a parlare ed evidenziare, una volta di più, il pericolo a cui vanno incontro quei giornalisti che, con i loro reportage, i loro articoli e le loro inchieste, cercano di far sentire la voce della verità e della trasparenza. “Quei giornalisti e fotoreporter, che, in tutto il mondo, con coraggio – dice il presidente dell’Associazione Leali delle notizie di Ronchi, Luca Perrino – affrontano le conseguenze delle loro rivelazioni, che non si piegano dinanzi all’arroganza e all’illegalità ma continuano il loro lavoro”. La cerimonia sarà presentata dal presidente dell’Ordine dei Giornalisti Friuli Venezia Giulia, Cristiano Degano, che modererà anche il panel di dibattito e confronto delle 21, “Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene”. La lezione di Borsellino e delle vittime di mafia” a cui interverranno, oltre al giornalista premiato, Fabiana Pacella (freelance e giornalista d’inchiesta), Emanuel Delia (giornalista e blogger maltese), Ester Castano (giornalista per l’agenzia di stampa LaPresse), Sara Manisera (giornalista Freelance). La giornata inizierà domani all’Auditorium comunale: dalle 9 alle 11 ci sarà la masterclass “Etica nel fotogiornalismo” con Marco Capovilla (giornalista e docente universitario di informazione visiva e fotogiornalismo); dalle 11 alle 13 “Psicologia e fake news: come e perché crediamo alle notizie false diffuse sul web” con Patrick Facciolo (giornalista). Nel pomeriggio ci saranno i servizi seguiti da “Live@Festival” a cura di Radio Bullets con la direttrice Barbara Schiavulli. Alle 18.30 in piazzetta Francesco Giuseppe primo panel dedicato ad un tema delicato e curioso “Amo, amavi, amare – Le forme dell’amore”. Interverranno Isabella Bossi Fedrigotti (giornalista del Corriere della Sera e scrittrice), Willy Pasini (psichiatra, sessuolo e saggista), Franco Trentalance (scrittore e coach), introdotti e moderati da Silvia Demichielis (giornalista Ilfriuli). Alle 20 ci sarà, come detto, la cerimonia di consegna del premio “Leali delle Notizie in memoria di Daphne Caruana Galizia”, premio che ha ottenuto l’Alto patrocinio del Parlamento Europeo e la condivisione e il sostegno della famiglia di Daphne. Nel corso della cerimonia sarà trasmesso un videomessaggio di Corinne Vella (sorella di Daphne Caruana Galizia). Alla cerimonia, che sarà presentata da Cristiano Degano, seguirà la presentazione di “Bill Biblioteca della Legalità. Storie per narrare ai ragazzi responsabilità, diritto, giustizia, dignità” con Chiara Pinton (Presidente di MiLeggi) e con Isabella Piatto. La quinta edizione del Festival si chiuderà con il panel dedicato alle mafie, che sarà moderato da Cristiano Degano.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE