Sei qui:  / Articoli / Lavoro / 5 morti sul lavoro a ridosso del Primo Maggio

5 morti sul lavoro a ridosso del Primo Maggio

 

E’ morto l’agricoltore 77enne travolto dal trattore in un podere di Sant’Omero. L’uomo, ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Teramo, è deceduto per la gravità delle ferite riportate
Un uomo di 63 anni, Umberto Fiorillo, è morto in un incidente sul lavoro proprio nella ricorrenza del Primo Maggio. È avvenuto a Piscopio, frazione di Vibo Valentia: Fiorillo era alla guida di un trattore e stava curando un terreno di sua proprietà quando, per cause in corso di accertamento, il mezzo di è ribaltato e lo ha travolto.
E’ morto mentre stava lavorando e il cadavere è stato trovato all’alba di stamani, 1 maggio. Si chiamava Nikolin Gjeka, aveva 50 anni ed è stato schiacciato da un albero che stava tagliando.
Lerici. Incidente mortale sul lavoro, ieri sera, all’interno della sede Enea. Un uomo di 54 anni, custode della struttura. è morto precipitando da una passerella. Un volo di alcuni metri che  non ha lasciato scampo al lavoratore che è morto per le gravi ferite riportate nella caduta.
Doveva essere un semplice lavoretto in campagna. E non sarebbe stato il primo. Ma si è trasformato in tragedia perchè il trattore, forse per il cedimento del terreno, si è ribaltato. A perdere la vita ad Aidone, in provincia di Enna, l’avvocato Gaetano Mania. Il penalista è stato travolto dal suo trattore che non gli ha dato scampo. A dare l’allarme ai carabinieri è stata la moglie, anche lei avvocato, che non vedendolo rincasare è andata a cercarlo nella campagna di proprietà della famiglia. E’ toccato alla moglie fare la terribile scoperta.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE