Sei qui:  / Articoli / Bavagli / Iniziative Articolo21 / Caso Daphne. L’ambasciatrice maltese al sit-in di Art.21: “Non ci sarà impunità per nessuno”

Caso Daphne. L’ambasciatrice maltese al sit-in di Art.21: “Non ci sarà impunità per nessuno”

 

Si è tenuto ieri, lunedì 23 ottobre in piazza Nicosia a Roma, a pochi passi dall’ambasciata di Malta un presidio promosso da Articolo21 per chiedere verità e giustizia per Daphne Caruana Galizia la giornalista maltese uccisa il 16 ottobre scorso.
Un sit-in per chiedere alle autorità maltesi di fare luce sui responsabili, sui mandanti e sulle motivazioni dell’assassinio e anche per chiedere a tutta l’informazione di non spegnere i riflettori su questa vicenda finché non si raggiungerà la verità e di proseguire nel filone di inchiesta aperto dalla collega Daphne sul tema dei Panama papers e dei paradisi fiscali nei quali anche tanti italiani, imprenditori e politici, depositano i loro soldi.

Vanessa Frazier (nella foto), Ambasciatrice di Malta a Roma è intervenuta al sit-in di Articolo21 per evidenziare “l’impegno diplomatico affinché si conosca tutta la verità sulla morte di Daphne Caruana. Non ci sarà impunità per nessuno” ha aggiunto l’Ambasciatrice.

All’iniziativa, oltre ad Articolo21 e Fnsi erano presenti tra gli altri Amnesty International Italia, No Bavaglio, Usigrai, Associazione Stampa Romana, Ossigeno per l’Informazione

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*