Sei qui:  / Articoli / Migrazioni / VENETO / Giornata del Rifugiato in Polesine

Giornata del Rifugiato in Polesine

 
Accendere i riflettori sull’accoglienza, conoscere la realtà dei richiedenti asilo al di là degli stereotipi, riflettere con razionalità e umanità sul fenomeno migratorio. E’ la proposta che un ampio ventaglio di associazioni del territorio rivolge con “Rifugiamoci” ai cittadini del Polesine, tra il 17 e il 27 giugno prossimi, con iniziative tra Rovigo, Adria, Occhiobello per la Giornata mondiale del Rifugiato proclamata ogni anno dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 giugno. E proprio martedì 20 giugno, dalle 9 alle 13, al Seminario Diocesano di via Pascoli 51 ci sarà “Deontologia, immigrazione, integrazione. La sfida dell’informazione di fronte a pregiudizi e stereotipi”, appuntamento formativo rivolto a giornalisti e operatori dell’accoglienza, ma aperto alla cittadinanza. L’obiettivo ambizioso, condiviso dall’Associazione polesana della stampa (sezione provinciale del Sindacato dei giornalisti del Veneto) insieme a Caritas diocesana di Adria-Rovigo, associazione Informazione Sociale, sezione del Veneto di Articolo 21 è offrire, attraverso la Carta di Roma, uno strumento condiviso tra organi di stampa e operatori sociali per raccontare con efficacia la complessa realtà delle migrazioni partendo dai fatti, non da stereotipi e pregiudizi che, spesso, sfociano nel discorso d’odio.

La mattinata sarà in gran parte strutturata in forma laboratoriale per permettere, attraverso lavori di gruppo guidati dai relatori, il dialogo e il confronto tra i partecipanti. Il seminario si avvarrà dei contributi di Abdelaziem A. Adam Koko, rifugiato, giornalista, operatore legale del Centro Astalli per i rifugiati di Vicenza; Enrico Ferri, giornalista professionista; Maurizio Trabuio, presidente della Cooperativa “Città So.la.re” di Padova; Maria Serena Alborghetti, osservatrice internazionale, scrittrice, consulente nelle missioni di pace. Nel complesso il Il calendario di Rifugiamoci prevede una decina di appuntamenti in cinque giornate. Si parte sabato 17 alle 18.30 alla libreria Calibrì in via Battisti 7 a Rovigo con “Sogni e sognatori”, lettura animata per bambini a cura della Caritas diocesana. In parallelo, in piazza Matteotti “Il gioco dell’oca migratrice” e la performance “La panchina”, curate da Polesine Accoglie. Domenica 18 alle 18 appuntamento a Granzette per l’inaugurazione in via Manfredini delle piccole comunità solidali “Le farfalle” e “I pesci” a cura di Arcisolidarietà e Caritas diocesana. Martedì 20 giugno ricco carnet di iniziative in centro ad Adria: si inizia alle 18 ai Giardini Zen con una lettura animata per bambini organizzata dalla libreria Ricarello, cui seguirà dalle 19.30 l’intrattenimento con lo spettacolo di giocoleria dell’associazione Artinstrada e le percussioni dei Borofra, ensemble della cooperativa Porto Alegre. Dalle 20,30 ci si sposta al Bar Cavour per l’aperitivo con dj set che precederà le proiezioni dei cortometraggi, al via dalle 22, nell’ambito del progetto Pelle di Kinocchio, seguito dall’associazione I Druidi. Venerdì 23 sarà lo sport a fare incontrare le persone, con il torneo di calcio a 7 nel campo della Polisportiva Granzette con squadre che accolgono tra le proprie fila ragazzi rifugiati, accolti dalla Cooperativa Porto Alegre. Si chiude martedì 27 alle 12.30 con il pranzo organizzato dalla Cooperativa sociale “Di tutti i colori” al Centro Azzurro di Occhiobello con la pizza preparata dai ragazzi dei progetti Sprar e Cas che hanno conseguito il diploma di pizzaiolo professionista.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE