Sei qui:  / Articoli / Mafie / 39 anni fa veniva ucciso Peppino Impastato. Corteo a Cinisi

39 anni fa veniva ucciso Peppino Impastato. Corteo a Cinisi

 

Un presidio, un corteo, un laboratorio teatrale e un concerto. Cinisi diventa cuore dell’antimafia in occasione del 39esimo anniversario dell’uccisione di Peppino Impastato. Una mobilitazione all’insegna anche del binomio ‘Musica e cultura’, nome del circolo con cui Peppino intendeva coinvolgere e impegnare politicamente e culturalmente i suoi coetanei.
Alle 10 presidio al casolare dove nella notte tra l’8 e il 9 maggio fu ammazzato dai sicari di Tano Badalamenti, con l’intervento della Consulta giovanile di Polizzi Generosa. Alle 17 corteo da Radio Aut a Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato. Alle 20.30, presso l’atrio comunale, “La notte inghiotte la citta’”, laboratorio teatrale e concerto della cantante folk Matilde Politi, reduce dal Premio Tenco, e assegnazione del Premio Musica e cultura.
L’assessorato regionale ai Beni culturali e all’Identita’ siciliana, il Comune di Cinisi e la proprietaria del casolare hanno firmato un accordo per valorizzare e aprire al pubblico l’edificio, luogo simbolo della lotta alla mafia, gia’ dichiarato di interesse culturale. In serata, dopo l’inaugurazione della Biblioteca Comunale, in quella che e’ stata la casa del boss Badalamenti, verra’ proiettato un filmato, di Salvo Cuccia, “La memoria privata”, realizzato dal Centro regionale per la catalogazione e la documentazione che racconta la storia dell’attivista siciliano attraverso la testimonianza del fratello Giovanni Impastato. Il filmato verra’ proposto per tutta la giornata del 9 all’aeroporto Falcone e Borsellino. (AGI)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE