Sei qui:  / Articoli / Informazione / Rai / Rai: Usigrai, “Altro che trasparenza. Tornano le chiamate dirette”

Rai: Usigrai, “Altro che trasparenza. Tornano le chiamate dirette”

 

“Altro che trasparenza. In Rai tornano le chiamate dirette”. Lo denuncia l’esecutivo Usigrai, spiegando che “l’azienda ha comunicato di aver assunto a tempo indeterminato come caporedattore il giornalista Gianluca Semprini (nella foto)“. “I vincitori della selezione pubblica? Possono aspettare – prosegue il sindacato dei giornalisti -. E chi di loro entra si deve mettere in fila a fare il percorso di precariato pagato con contratto depotenziato. I vuoti di organico? Possono aspettare. Le sostituzioni delle lavoratrici in maternità? Non ci sono i soldi. Che invece si trovano per assumere da caporedattore l’ennesimo esterno. Insomma riprende la vecchia pratica della chiamata diretta. E ovviamente con tutte le garanzie: contratto a tempo indeterminato e pure graduato”. “Ma una curiosità – si sottolinea nella nota -: la Direttrice Bignardi ha tenuto a rivendicare che lo ha scelto lei, e in più con l’arroganza di dire che 3 mesi e mezzo non le sono bastati per cercare interni e che in fondo doveva “andare sul sicuro”, come se in Rai nessun giornalista fosse all’altezza. Ma allora perché non si è presa la responsabilità di assumerlo lei – per il tempo strettamente necessario a fare la trasmissione per cui lo ha voluto – a Rai3, invece di scaricarla su Rainews24″.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE