Sei qui:  / Appuntamenti & Eventi / Articoli / Comunicazione ed informazione. Spunti per la riforma del servizio pubblico. Iniziativa del Corecom del Friuli

Comunicazione ed informazione. Spunti per la riforma del servizio pubblico. Iniziativa del Corecom del Friuli

 

Per due giorni a Trieste si parlerà di comunicazione ed informazione: l’occasione la fornisce il Corecom (Comitato regionale per le Comunicazioni) del Friuli Venezia Giulia che ospita la periodica riunione di coordinamento di tutti i presidenti dei Corecom italiani. Una riunione, quella di Trieste, molto significativa, anche perché chiamata a nominare il nuovo coordinatore dei comitati italiani, che succede a Filippo Lucci, giunto alla fine del suo mandato. Ma accanto a questo importante momento, che vede presenti a Trieste presidenti e dirigenti delle strutture periferiche dell’Ag.Com, il Corecom del Friuli Venezia Giulia ha voluto organizzare altri due momenti di riflessione e dibattito su un tema di particolare importanza ed attualità. Quello che tocca l’informazione del servizio pubblico nel nostro Paese, con un occhio di riguardo (viste le funzioni dei Corecom sul territorio) per quanto concerne in particolare le periferie.

Siamo infatti alla vigilia di un fondamentale, quasi epocale, processo di trasformazione dell’offerta informativa della RAI. Una vera e propria rivoluzione, in parte dettata da esigenze di riassetto organizzativo ed economico, ma anche dai profondi mutamenti avvenuti negli anni nella nostra società, nel modo di avvicinarci alle notizie ed anche e soprattutto dai cambiamenti tecnologici che i mezzi di comunicazione hanno subito. Parte da qui il progetto delle Newsroom (stanza delle notizie) in RAI, che il Corecom vuole aiutare a far conoscere ad operatori ed utenti con il convegno ospitato in una sede d’eccezione, quale è l’aula che ospita il parlamento del Friuli Venezia Giulia, il Consiglio Regionale.

Ne parleranno dirigenti della RAI, che questo progetto hanno elaborato e si accingono ad avviare, esponenti del ministero e delle autorità competenti, rappresentanti della società civile, studiosi e uomini di televisione. Tra questi, vorrei citare il prof. Renato Parascandolo, al quale abbiamo voluto dedicare un appuntamento particolare, il giorno prima del convegno sulla RAI. Perché proprio il concorso da lui ideato “una nuova carta d’identità per la RAI” (appoggiato e sostenuto da Articolo21), riteniamo possa rappresentare un ideale start up per la riforma del nostro servizio pubblico. Lo presenterà al mondo della scuola e dell’università : ne parlerà con i giovani, proprio con quegli studenti che stanno per affacciarsi ad un mondo del lavoro sempre più impossibilitato ad accoglierli.

Appuntamento mercoledì 15 ottobre alle ore 12, sala Tessitori, in piazza Obnerdan,5 a Trieste.

* Presidente Corecom Friuli Venezia Giulia

Leggi:

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE