Sei qui:  / Appuntamenti & Eventi / Articoli / Contratto di servizio, nostra iniziativa apre serio dibattito su futuro servizio pubblico

Contratto di servizio, nostra iniziativa apre serio dibattito su futuro servizio pubblico

 

L’idea di dar vita, con tre anni di anticipo, a un’ampia consultazione per discutere del rinnovo della Concessione del Servizio pubblico  radiotelevisivo adottando un metodo nuovo, partecipato e trasparente, era  apparsa ad alcuni balzana e quanto meno prematura; tuttavia, l’interesse  riscontrato finora per la nostra iniziativa da parte di oltre venti associazioni culturali, dei sindacati di categoria e dei vertici aziendali  della Rai, dimostra che avevamo visto giusto, tant’è che un semplice atto  amministrativo come il Contratto di Servizio 2012-2015, all’esame della  Commissione parlamentare, è ormai oggetto di una riflessione collegiale e pubblica come dimostra la polemica in corso su Repubblica tra il professor  Alessandro Pace, – illustre costituzionalista e massimo esperto della  giurisprudenza riguardante il servizio pubblico – e il Viceministro dello  Sviluppo Economico Antonio Catricalà.   Nei prossimi giorni chiederemo di essere ricevuti dal Presidente  e dai  capigruppo della Commissione parlamentare, dal Presidente dell’Agcom e dai  Ministri coinvolti nel rinnovo della Concessione. Contestualmente, lanceremo  il concorso che vedrà gli studenti delle scuole superiori e delle università  cimentarsi  tra loro per riscrivere la “carta d’identità” che la Rai dovrà  darsi per i prossimi dieci-quindici anni in modo che siano garantiti i  diritti consacrati dall’Articolo 21 della Costituzione. Il percorso è avviato: prossima tappa il 15 dicembre ad Assisi dove inizieremo ad entrare  nel merito dei contenuti e della “qualità” della programmazione del servizio  pubblico.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE