Sei qui:  / Articoli / Interni / Lavoro / Ieri altri sette morti sul lavoro

Ieri altri sette morti sul lavoro

 

Ieri, martedì 9 aprile altri sette morti sul lavoro nell’indifferenza generale. A parte qualche agenzia di stampa e qualche edizione locale, i media nazionali non hanno detto praticamente nulla dei 5 lavoratori morti oggi.
Sarà il caso di parlarne? Il dramma delle morti sul lavoro dovrebbe essere nell’agenda di ogni partito politico, di ogni movimento politico, invece le priorità sono sempre altre! Cosa si sta facendo per fermare questa mattanza quotidiana? Che poi non fa solo morti, rovina famiglie e rende tanti giovani orfani e soli. Il lavoro non può essere una fabbrica di vedove e morti, deve essere un luogo di vita. Riportiamo qui la cronaca dei 5 infortuni mortali sul lavoro

Bologna, morto autista carro attrezzi, “travolto dal suo mezzo”
L’autista di un carro attrezzi, un bolognese di 51 anni, e’ morto schiacciato dal suo mezzo durante le operazioni di rimozione di un’auto in sosta vietata, in un’area condominiale. E’ successo questo pomeriggio, intorno alle 16,30, in via Massarenti, nella periferia di Bologna. L’uomo e’ un addetto della “Nuova Centercar” ditta di soccorso stradale per la rimozione dei veicoli. La dinamica dell’incidente e’ in corso di ricostruzione da parte dei carabinieri. Dai primi accertamenti sembra che il veicolo, fermo su una rampa molto ripida, si sia spostato all’indietro travolgendo l’autista sceso per un controllo. L’allarme e’ stato dato al personale sanitario del 118 e, poi, alle centrali di polizia da alcuni cittadini che hanno notato il mezzo sulla rampa.

Gravedona, travolto da un carico, il 57enne non ce l’ha fatta
Non ce l’ha fatta Romeo D’Ettore, il 57enne di Valmadrera che ieri mattina è rimasto vittima di un incidente sul lavoro. L’uomo era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Gravedona e quest’oggi il suo cuore ha cessato di battere a causa delle gravi lesioni. Teatro del grave incidente, che poi purtroppo si è rivelato mortale, è stato il piazzale della “Autotrasporti Butti Battista” di via XXV Aprile, dove il 57emme stava scaricando un autotreno insieme ad alcuni manovali. Proprio quando mancava solo l’ultimo imballaggio qualcosa è andato storto e un rotolo di rete metallica lo ha travolto. Per soccorrerlo sono stati mobilitati i sanitari del 118, i vigili del fuoco, i carabinieri e gli agenti della Polizia locale ma anche gli operatori dell’eliambulanza di Como. Nonostante le tempestive cure e il trasferimento d’emergenza con il mezzo aereo al Moriggia-Palaschini di Gravedona, dopo un giorno d’agonia il paziente è purtroppo morto.

Palermo, operaio muore investito da un camion
Un operaio di 41 anni, Giovanni Mannino, che stava lavorando nel cantiere per la realizzazione della linea tranviaria in via Leonardo da Vinci è morto dopo essere stato travolto da un camion che faceva retromarcia. I medici del 118 hanno provato a rianimarlo sul posto ma non c’è stato niente da fare. La strada è rimasta chiusa al traffico. Secondo quanto riferiscono alcuni colleghi, la vittima indossava il casco protettivo e l’incidente è stato una tragica fatalità. Sul posto stanno operando i vigili del fuoco, i carabinieri e la polizia.
Rosanna Sposito, presidente dell’Amat, l’ente appaltante dei lavori del Tram, ha chiesto alla società Sis che gestisce i cantieri ed al rup Marco Pellerito una relazione urgente su quanto avvenuto oggi. “L’azienda è costantemente impegnata nel monitoraggio del rispetto delle norme di sicurezza nei cantieri – afferma la Sposito – ma vogliamo e dobbiamo accertare, senza lasciare adito a dubbi, che quello di oggi è stato un tragico incidente e che oggi come tutti gli altri giorni il rispetto della normativa sia stato assoluto. Alla famiglia di questo operaio – conclude la Sposito – esprimo il mio più sincero e addolorato cordoglio e la mia vicinanza”. Rammarico per quanto accaduto arriva anche dal Sindaco. “Desidero esprimere il mio cordoglio e la mia vicinanza alla famiglia, per la morte Giovanni Mannino – afferma Orlando – e in attesa di conoscere la dinamica dei fatti che sarà ricostruita dagli organi inquirenti”.

Valtina, boscaiolo ucciso da un albero
Infortunio mortale sul lavoro poco dopo le 13 a Valtina, sopra San Leonardo in Passiria sulla statale di Passo Giovo. L’incidente è avvenuto all’altezza del secondo tornante, nei pressi dello Jaegerhof, e ne è rimasto vittima un boscaiolo che è stato travolto da un albero. Sono intervenuti il Pelikan 1, i sanitari della Croce bianca della Val Passiria e i volontari dei vigili del fuoco e del soccorso alpino.

Canosa Sannita, incidente sul lavoro: anziano muore schiacciato da una pala meccanica
B.G.G., pensionato, si trovava alla guida della propria pala meccanica tipo caterpillar e stava sistemando il suo terreno, quando, per cause ancora da accertare, si è ribaltato in un dirupo rimanendo schiacciato sotto il mezzo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Tollo ed i medici del 118, i quali non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso a causa delle gravi lesioni riportate. La Procura di Chieti ha disposto la restituzione della salma ai familiari.

A Foggia altri due decessi avvenuti ieri: un lavoratore (forse abusivo) ,e un tappezziere in un paese della stessa provincia

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE