Sei qui:  / Articoli / Informazione / Il Senato approva l’Equo compenso. Ora tocca alla Camera

Il Senato approva l’Equo compenso. Ora tocca alla Camera

 

“In un quadro grave e pesante per il mondo del giornalismo finalmente dalle istituzioni giunge una buona notizia. Il Senato ha approvato le norme che prevedono l’equo compenso per il lavoro autonomo giornalistico”. Lo afferma in una nota la Federazione Nazionale della Stampa. “Il testo, emendato, ora deve tornare alla Camera. Il nostro auspicio è che il percorso della legge si concluda rapidamente e bene. E’ importante e di grandissimo valore che dal Parlamento sia venuto un segnale di riconoscimento della necessità di difendere la dignità dei giornalisti lavoratori autonomi, spesso calpestata anche attraverso la pratica di trattamenti economici vergognosi. L’approvazione del provvedimento è anche il frutto del costante impegno del Sindacato dei giornalisti nel suo complesso e della sua Commissione lavoro autonomo in particolare. Un ringraziamento va a tutti i parlamentari che ne sono stati i proponenti, che hanno sostenuto la necessità di questa legge e che si sono fin qui costantemente confrontati con gli organismi di categoria per superare le difficoltà sul percorso del provvedimento e che vorranno continuare a farlo fino alla sua definitiva approvazione”.

“L’approvazione al Senato del provvedimento sull’equo compenso dei giornalisti precari è una notizia importante e lo è soprattutto per le centinaia e centinaia di precari del settore dell’informazione che attendevano da tempo questo voto”. Lo affermano in una nota congiunta Enzo Carra deputato Udc e il portavoce di Articolo21 Giuseppe Giulietti. “Da parte nostra ci impegniamo fin d’ora a far sì che il provvedimento possa
essere rapidissimamente approvato dalla Camera e diventare così legge dello stato”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE