Sei qui:  / Articoli / Interni / Un pò di giustizia per Michele Ferrulli

Un pò di giustizia per Michele Ferrulli

 

“Come Associazione ‘Federico Aldrovandi’ esprimiamo grande soddisfazione per il rinvio a giudizio dei responsabili della morte di Michele Ferrulli. E perche’ e’ stata accolta la richiesta del nostro avvocato per l’omicidio preterintenzionale”: questo il commento di Patrizia Moretti, Ilaria Cucchi e Lucia Uva, tre donne che in questi anni si sono battute, nei casi che hanno avuto risonanza nazionale, rispettivamente, per il figlio Federico, il fratello Stefano e il fratello Giuseppe. Le tre donne sulla decisione di oggi dei giudici di Milano, commentano in modo diretto che ‘a Milano la giustizia funziona’.

‘E’ un ottimo inizio. Siamo davvero soddisfatti. Nella sfortuna abbiamo avuto la fortuna di trovare chi ha fatto indagini veloci, pulite e senza voler nascondere nulla a nessuno’. Sono queste le parole di Domenica, la figlia di 27 anni di Michele Ferrulli al termine dell’udienza durante la quale il gup di Milano Alfonsa Ferraro ha rinviato a giudizio riqualificando da cooperazione in omicidio colposo l’ipotesi piu’ grave di omicidio preterintenzionale per i quattro agenti che secondo l’accusa nel corso di un arresto del 30 giugno 2011 avrebbero percosso Ferrulli.

La neonata associazione ‘Federico Aldrovandi’ – ha spiegato Patrizia Moretti, mamma di Federico, il diciottenne morto durante un intervento di polizia il 25 settembre 2005 a Ferrara (4 poliziotti condannati in via definitiva) –  e’ nata dalla volonta’ di proporre qualcosa di bello e costruttivo, di legare il nome di Federico alla positivita’ e alla necessita’ di mettere le persone al centro di tutto’.
A Patrizia Moretti, che guidera’ il direttivo, si affiancano tra le altre Ilaria Cucchi, Lucia Uva e Domenica Ferulli, la moglie di Michele, e l’avvocato Fabio Anselmo che le ha assistite, e le sta assistendo nelle lunghe battaglie giudiziarie. Perche’ ‘la tragedia di Federico – conclude Moretti – ha contribuito a far conoscere vicende simili che probabilmente non sarebbero mai emerse con la stessa forza.
Quella di Ferulli tra le tante’.
La presentazione dell’Associazione Federico Aldrovandi e’ fissata in settimana a Ferrara, mentre per sabato prossimo 22 settembre e’ programmata la prima iniziativa pubblica, quasi a ridosso del 25 settembre (2005), giorno della morte di Federico.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE