Sei qui:  / Articoli / Informazione / Libertà di informazione. Nessun dissequestro per il gorgon.eu

Libertà di informazione. Nessun dissequestro per il gorgon.eu

 

“Sono allibito da tale decisione che, senza ancora una volta esaminare il sito nella sua interezza, decide in modo palese contro la libertà di informazione.” Con queste parole Antonio Brindisi commenta la la decisione del Collegio del Riesame del Tribunale di Livorno…

che ha rigettato il ricorso contro il sequestro preventivo attuato nei confronti del blog www.ilgorgon.eu. “Dal mio punto di vista – dice- è come se avessero chiuso in via preventiva il ‘Corriere della Sera’, o qualsivoglia testata informativa, per un articolo che ha provocato una querela per diffamazione, senza nemmeno un’udienza di giudizio in merito…” .
La vicenda, raccontata il 3 maggio 2012 da Alberto Spampinato per Ossigeno per l’informazione infatti è abbastanza insolita: il sito viene oscurato l’11 aprile 2012 su richiesta del Pm in seguito alla denuncia per diffamazione avanzata da sette persone, la notifica del sequestro avviene però solo il 24 aprile 2012 e vi si legge che trattasi di “sequestro preventivo”.

Brindisi, che è giornalista professionista, presenta ricorso il 2 maggio 2012, ricorso respinto appunto il 17 maggio in quanto sussisterebbe ancora il rischio delle reiterazione del reato di diffamazione nei confronti di persone che vivono e lavorano presso l’isola di Gorgona.
Sul caso era intervenuta anche la Federazione nazionale della stampa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE