A chi ha dato fastidio Vito Di Trani?

Una macchina incendiata, in piena notte. Un atto che ha il sapore dell’intimidazione mafiosa, in Basilicata, terra che si vanta di non aver nessuna presenza di mafia, nonostante confini con tutte le organizzazioni criminali…

Nasce DG Award, concorso dedicato all’informazione internazionale

Il Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi si rinnova: nuovo sia il nome che il format. Tre giorni di eventi e workshop formativi, un concorso per opere e progetti video-giornalistici…

Giornata mondiale per il Darfur per rilanciare la mobilitazione. #DontLookAway, stop a nuovi stupri e violenze in Sudan

#DontLookAway, è questo l’hashtag legato alla Giornata mondiale per il Darfur animata per riaccendere i riflettori sulla crisi nella regione occidentale sudanese dove sono ripresi gli stupri di massa e gli attacchi delle milizie filo-governative a villaggi e campi profughi.

Azerbaijan: Rasul Jafaroz, uno degli ultimi paladini dei diritti umani

L’Azerbaijan occupa il 162° posto su 180 disponibili del World Press Freedom Index. La lista, aggiornata ogni anno da Reporters Sans Frontieres, si basa su una serie di parametri necessari a classificare…

25 APRILE: Intervista a Roberto Saviano, “Una celebrazione necessaria. Purtroppo l’Italia di oggi non è assolutamente come avevano immaginato i resistenti”

Le dichiarazioni di Salvini sugli immigrati, sui rom, sugli stranieri che verrebbero a invadere il nostro paese, al di là del significato orrido, utilizzano un linguaggio che non sarebbe stato consentito a nessuno nei giorni successivi la Liberazione, perché quelle parole, quegli aggettivi e quei toni, avevano generato sofferenza, tortura e sangue

25 APRILE: Marino Sinibaldi, “La Resistenza è una bussola rispetto alle sfide che il presente ci pone”

In occasione del settantesimo anniversario della Liberazione affrontiamo il tema del rapporto fra la radio e il fascismo (vecchio e nuovo) con il direttore di Radio3 Marino Sinibaldi che ha predisposto una programmazione speciale per l’importante ricorrenza.

25 APRILE: abbiamo bisogno di una teoria democratica dei mezzi di comunicazione di massa

Sono ormai molti, e qualcuno direbbe persino troppi saggi e repertori dedicati al problema dei media e dell’opinione pubblica cioè molti anni dopo la sua pubblicazione negli Stati Uniti…

Roma, tra Washington e Bruxelles (I Tg di venerdì 24 aprile)

Molte testate aprono sugli arresti in Sardegna, Lombardia, Marche e Puglia che hanno scoperchiato una sorta di mini cupola terroristica che (sembra) abbia avuto intenzione di organizzare attentati anche in Vaticano, oltre che servire da base ad attentatori in medio oriente

‘ndrangheta, Padre Ladiana: “ogni anno riciclati 43 miliardi nell’economia legale”

Padre Giovanni Ladiana ha 64 anni, è un gesuita e vive a Reggio Calabria dove è fra gli animatori del movimento “Reggio non tace” (fondato nel 2010); non tace perché in terra di ‘ndrangheta il silenzio rischia di diventare assuefazione, complicità

Iran: Jason Rezaian e le accuse di spionaggio

Sono trascorsi 274 giorni da quando la polizia Iraniana prelevò Jason Rezaian e moglie per condurli in carcere, senza apparente motivo. Sono stati, e continuano ad essere, nove mesi d’inferno durante i quali Jason, corrispondente a Tehran per il Washington Post…

Europa: la libertà d’espressione tra ipocrisia e abitudine

La libertà d’espressione è un diritto riconosciuto dall’Unione europea. Tuttavia, quest’assunto altro non è che un’ipotesi radicata nelle nostre abitudini mentali, come testimoniano le difficoltà incontrate al momento dell’applicazione pratica…

10 anni di Youtube: ha cambiato comunicazione e archiviazione multimediale

Il ragazzino era Jawed Karim, parlava delle proboscidi degli elefanti, stava in piedi, davanti ad una gabbia dello zoo di San Diego, in California. Il filmato, sgranato e di scarsa qualità, intitolato “Me at the zoo”, durava 20 secondi….

Cina: giornalista condannata a sette anni per aver svelato segreti di stato

Venerdì 17 aprile Gao Yu, 71 anni, è stata condannata da un tribunale di Pechino a sette anni di carcere con la ridicola accusa…

1992

Si è conclusa ieri sera la serie televisiva “1992”, andata in onda su Sky per dieci puntate. Il gruppo di Murdoch è stato anche –insieme a La7 e Wildside- il produttore dell’opera, aggiungendo un altro indubbio successo a quelli di “Gomorra” e di “Romanzo criminale”

“Illuminiamo le periferie”. Al via la rete delle associazioni. Nominato il coordinamento organizzativo

Si è svolta venerdì 10 aprile presso la sede della Fnsi, alla presenza del segretario e del presidente Raffaele Lorusso e Santo Della Volpe, una riunione per dar vita ad una rete di associazioni con lo scopo di valorizzare temi e soggetti cancellati. Si chiamerà “Illuminiamo le periferie” e nasce con lo spirito di creare […]

Gillmor, giornalisti alzatevi in piedi e siate attivisti

Ci sono argomenti, come la libertà, su cui non si può fare a meno di essere chiari, alzare la voce e diventare attivisti…

Gao Yu, 7 anni di carcere per negare la libertà d’espressione

Gao Yu, 71enne giornalista cinese, è stata condannata tre giorni fa a sette anni di carcere con l’accusa di “tendenze per falso ideologico” aggravate dall’aver “rivelato segreti di stato”…

Ucraina, nuova scia di uccisioni

L’uccisione del giornalista Oles Buzina, avvenuta la settimana scorsa nella capitale Kiev, ci dice quanto il cessate-il-fuoco risparmi le popolazioni civili da attacchi indiscriminati ma non protegga singole persone…

I giornalisti hanno il dovere di pubblicare le notizie di cui vengono a conoscenza anche se scomode. No a bavagli e censure

Cari amici di Articolo21, i tentativi di introdurre ope legis bavagli alla libertà di stampa si susseguono. Nel corso dell’audizione dei procuratori di Roma e Milano in commissione giustizia sono venute fuori altre proposte sulle quali bisognerà tenere alta l’attenzione. Le proposte dei procuratori di Roma…

Madrid, il corteo degli ologrammi contro la Ley Mordaza

La scelta di un corteo video-proiettato è la metafora di una protesta colma di significato: la polizia non dovrà più…

Rai, di tutto di più

Poiché il testo diventerà la base dell’attività legislativa, che in prima lettura dovrebbe toccare al Senato, può essere utile analizzarlo nel dettaglio

L’Europa? Armiamoci e partite (I Tg di giovedì 23 aprile)

Le scuse di Obama per l’uccisione a gennaio del cooperante italiano durante un attacco ai confini tra Pakistan e Afghanistan campeggiano in apertura su tutte le testate. Giovanni Lo Porto, ragazzo siciliano di 39 anni, era stato sequestrato nel gennaio 2012 da Al Qaeda…

Foia4Italy, un Freedom of Information Act per l’Italia

Freedom of Informaction Act. Ma a che punto stanno i lavori? Lo abbiamo chiesto a Guido Romeo, data e business editor di Wired Italia e co-fondatore di Diritto Di Sapere

Lo Porto, vittima dell’ennesimo errore

Non c’erano notizie ormai da tre anni, ma mamma Giusi sentiva, come lo sanno sentire solo le madri, che Giovanni era vivo. Ed era vero perché Lo Porto, volontario siciliano rapito da al Qaeda addirittura nel 2012, era vivo e prigioniero addirittura nel territorio dov’era stato catturato, al confine tra il Pakistan e l’Afghanistan…

“Nessuna “macchina del fango”, mi sono limitato da giornalista a riportare quanto contenuto negli atti di indagine”. La replica del giornalista Giuseppe Baglivo all’articolo di Giulia Fresca

Gentile direttore e redazione di Articolo 21, ai sensi della legge sulla stampa chiedo diritto di replica in ordine al pezzo a firma di Giulia Fresca pubblicato da Articolo 21 nella rubrica “Opinioni” e dal titolo “Rinviati a giudizio il giornalista La Gazzetta del Sud, Giuseppe Baglivo ed il direttore responsabile Alessandro Notarstefano…