Ucciso il blogger anticamorra Piccolino

Non faceva più l’avvocato, ma non hai abbandonato la battaglia contro l’illegalità. Mario Piccolino, 71 anni compiuti da pochi giorni, usava allora il suo blog “Freevillage” molto seguito nel sud pontino per combattere adesso corruzione e inserimenti della criminalità…

La vicenda de “Il Casalese” come stimolo per il Parlamento a una vera tutela della libertà di informazione

Tanto rumore, baccano, ammuina per sollevare un gran polverone e nascondere la verità sotto al tappeto e nei fatti impedire che un’inchiesta giornalistica scardinasse…

Premiati da Articolo21 quattro giornalisti che hanno illuminato le oscurità

Sandro Ruotolo, Federica Angeli, Enzo Palmesano e Chiara Cazzaniga sono i quattro giornalisti che hanno ricevuto il riconoscimento di Articolo 21 per aver tentato, con tenacia e con coraggio, di “Illuminare le oscurità”

Articolo21 riempie un vuoto e lo trasforma in conoscenza

Articolo21 è nata nel 2002. Federico Orlando ne era presidente, Giuseppe Giulietti portavoce, Tommaso Fulfaro segretario, Giorgio Santelli direttore del sito, cui poi è succeduto Stefano Corradino. Nel 2002 avevo 12 anni…

Giornalismo “impresentabile” (I Tg di venerdì 29 maggio)

Anche stasera nella nostra analisi partiamo dall’attenzione data alla vicenda dei rom assassini della periferia nord-est della Capitale. Mediaset “vira” subito…

Heysel 29-05-‘85: “quella tragedia non ci ha insegnato niente”. Intervista a Bruno Pizzul

Bruno Pizzul è un gentiluomo d’altri tempi, aggiornatissimo su tutto il mondo dello sport e non solo, lucido nei suoi ricordi che racconta con quella bella voce e quell’italiano ricco e preciso che avevano i tele e i radiocronisti della Rai parecchio tempo fa. E, 30 anni dopo, è un uomo che si emoziona ancora profondamente…

La Fifa, Marin e gli scheletri negli armadi

Tra gli accusati e arrestati nello scandalo che sta facendo tremare i vertici della FIFA c’è anche Josè Maria Marin. Presidente Dal 2012 della CBF, la Federazione calcistica brasiliana e del comitato organizzatore dell’evento. Uomo di spicco durante la dittatura militare…

Editto super bulgaro

La voce fatta correre sulla necessità di ricorrere alla vecchia legge Gasparri per rinnovare il consiglio di amministrazione della Rai è stata, verosimilmente, un “falso movimento”. In verità, l’obiettivo del Governo è chiaro: chiudere subito la pratica della riforma…

35 anni fa veniva ucciso Walter Tobagi. Intervista alla figlia Benedetta: “fiera di portare il suo cognome”

Tobagi fu ucciso dalle Brigate rosse il 28 maggio 1980. A trentacinque anni di distanza con Benedetta Tobagi ripercorriamo quegli anni…

Il ministro Gentiloni scrive ad Articolo21: “La vostra oltre ad essere una battaglia di libertà, è una battaglia di civiltà e di rispetto”

“Dal 2002 ad oggi sono tante le campagne che abbiamo sostenuto insieme nel nome della libertà di informazione. Non è un caso se l’Articolo21 della Costituzione si trova nella Parte I, quella che regola i Diritti e Doveri dei Cittadini, sotto la voce “Rapporti Civili”.

La Fnsi, il prete Dall’Oglio e il buco nero della storia

Tutto è nato da una telefonata del portavoce di Articolo21, Giuseppe Giulietti: “mi risulta che ci sia un gesuita rapito da quasi due anni in Siria. E soprattutto mi risulta che sia un cittadino italiano. Certo, è solo uno dei 20mila sequestrati in Siria…

Diritti. Una “Carta d’Assisi” per il pluralismo religioso in Italia. L’esempio è la “Carta di Roma”

In occasione del terzo “Tavolo interreligioso per l’integrazione” tenutosi il 18 e 19 maggio scorsi ad Assisi è stata lanciata da Gian Mario Gillio, responsabile comunicazione e rapporti istituzionali della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), l’idea di promuovere la stesura di una carta deontologica per l’informazione religiosa

Le grandi mutazioni che accendono la fantasia

Da qualche tempo sono disponibili tre dei quattro volumi di Glauco Benigni (giornalista, mediologo, “veggente”) della serie “Web nostrum”, pubblicati dalla Casa editrice fiorentina “GoWare”, sia in versione ebook, sia print on demand. Si inseriscono, con notevole originalità

Quando Yousef si mise in cammino, storie di migranti che viaggiano a piedi per migliaia di chilometri attraverso i confini ostili d’Europa

Un documentario del Tg2 Dossier ripercorre la rotta di terra delle migrazioni, dalla Siria attraverso Turchia, Grecia, Macedonia, Serbia e Ungheria. In onda sabato 30 maggio su Raidue, proiezione in anteprima mercoledì 27 maggio alle ore 18 al cinema Aquila a Roma, ingresso libero

25 anni di motori di ricerca, rivoluzione silenziosa ma epocale

Chi oggi ha tra i 20 e i 30 anni non riesce a immaginare un modo diverso di fare ricerca che non sia usare il web, scrivere delle parole-chiave e aspettare le risposte. Eppure tutto questo comincia appena venticinque anni fa, e in modo pioneristico: il vero cambiamento è quello di una quindicina di anni fa, con l’avvento di Google

Bahrain, attivista pacifista arrestato per i suoi tweet

Poche ore dopo l’arresto, il ministero degli Interni ha diramato un comunicato nel quale si dice che Rajab “è stato arrestato per aver pubblicato un messaggio che potrebbe incitare le persone e mettere in pericolo la pace”, in violazione degli articoli 133 e 216 del codice penale. Pena prevista: fino a 10 anni di carcere…

Carta di Trieste, su quel documento così importante è calato il silenzio

Conosciamo la Carta di Treviso sulla tutela dell’infanzia, la Carta di Roma sul rispetto per i migranti, conosciamo altri documenti deontologici che i giornalisti si sono dati nel corso degli anni, ma poco o nulla sappiamo della Carta di Trieste. Si tratta di un “codice etico per i giornalisti…

Trapani, la verifica delle notizie e il “caso Giacalone”

A Trapani, talvolta, i fatti non vengono raccontati. Al loro posto, invece, prendono spazio le supposizioni, le allusioni, i si dice, i sembrerebbe. A Trapani le notizie si costruiscono anche sul filo del pettegolezzo da bar e nella eco…

Giornalisti, quell’accusa di omesso controllo per la quale Cipriani oggi rischia la prigione

“Nel 2011- scrive Antonio – E Polis è fallito tra debiti, inchieste, accuse di bancarotta. E questo fallimento ha scaricato sulle spalle dei giornalisti le cause in corso. Trentaquattro processi sulle mie spalle di direttore responsabile. Un’enormità. Trentaquattro processi sparsi in tutt’Italia…

Disagio e razzismo (I Tg di giovedì 28 maggio)

I Tg di serata svelano un Paese attraversato da un disagio reale che prende purtroppo le forme del classico razzismo. Quelli Mediaset dedicano l’apertura e lunghi servizi alla macchina impazzita guidata da rom che ieri sera ha fatto una vittime e 8 feriti nella periferia nord-est della Capitale

Solidarietà a giornalisti e poligrafici del “Giornale dell’Umbria”

L’Unione Nazionale Cronisti Italiani esprime la propria solidarietà a giornalisti e poligrafici del Giornale dell’Umbria e del giornaledellumbria.it per le comunicazioni dell’azienda che sembrano preludere a ipotesi di ridimensionamento delle testate

Il libro “il Casalese” non ha diffamato Cosentino

Lo ha deciso la quarta sezione civile del Tribunale di Napoli. Articolo21 che premiato il 19 luglio 2012 presso Palazzo Incontro gli autori del libro (nella foto) esprime soddisfazione per la notizia, una piccola grande vittoria per la libertà di espressione e di informazione nel nostro Paese

Sull’Europa il vento del sud e dell’est (I Tg di lunedì 25 maggio)

Tg di serata quasi inevitabilmente costretti a saltare di palo in frasca, dalle coltellate, prima, e gli scontri al termine del derby romano (apertura per Tg4 e servizi per le testate delle ore 20), ai nuovi dati sull’occupazione (apertura per TgLa7 e Tg1), ai venti anti-euro che spirano dalla Spagna

Lo sport più bello del mondo (I Tg di mercoledì 28 maggio)

I Tg di mercoledì 28 maggio – Tra le maggiori testate quelle Rai aprono sullo scandalo Fifa, Tg5 predilige gli interventi nella campagna elettorale – tentando di riprodurre il desueto scontro Forza Italia – Pd -, mentre TgLa7 predilige l’ennesimo caso di mala politica in Sicilia

L’accesso ai media è diritto di cittadinanza

In questi ultimi anni la discussione si è spostata dalla necessaria riforma della legge Gasparri e delle norme sul conflitto di interessi alla Rai. Molti non credono più alla necessità che permanga un’istituzione deputata alla realizzare una particolare missione nel settore. A questo stato di cose ha contribuito…