“Siamo tutti lettori e giornalisti de ‘l’Unità’”. Firmiamo l’appello su Change.org per salvare il quotidiano fondato da Gramsci

Il 1° agosto cesseranno le pubblicazioni de “L’Unità“, storico quotidiano fondato da Antonio Gramsci 90 anni fa. Lo hanno annunciato ieri gli stessi giornalisti del quotidiano sul sito www.unita.it. Le gravi difficoltà de “L’Unità” si aggiungono quelle de “il Manifesto” e di “Europa”, e altre testate cartacee.  Nel corso della cerimonia del Ventaglio, l’incontro annuale […]

La crisi de “l’Unità”. Un pezzo di storia che se ne va. Non lo dobbiamo permettere

Quando Matteo Renzi annunciò che le Feste democratiche cambiavano  ome e tornavano a quello  che ha fatto la storia della manifestazioni  popolari nel nostro paese, “Feste dell’Unità “sono stati in molti a tirare un respiro di sollievo a fronte delle minacce di chiusura da parte dell’editore. Noi abbiamo avuto invece un presentimento  quasi che il […]

L’Unità: Art.21, un quotidiano sempre in prima contro censure e bavagli

“Ci auguriamo che quella uscita oggi in edicola non sia l’ultima pagina dell’Unità, ma soltanto una delle più tormentate della sua lunga e travagliata storia, alla quale potranno e dovranno seguirne tante altre di ben diverso segno. Lo scrivono in una nota Giuseppe Giulietti e Federico Orlando, portavoce e presidente di Articolo21. ”Articolo 21 è solidale […]

Se si punta l’indice contro il “nemico” giornalista

“In relazione all’assegnazione della scorta al giornalista Michele Albanese, cronista del Quotidiano della Calabria e componente del Comitato di redazione, il segretario generale della Fnsi, Franco Siddi, ed il vicesegretario Carlo Parisi, segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, esprimono “inquietudine per il livello di protezione assegnato che presuppone un pericolo reale”. Rilevando “come sia significativa […]

Solo una Rai libera politicamente ed economicamente può rilanciarsi e rafforzarsi

Il “file” è stato aperto. Ora tocca scrivere. E ognuno deve fare la propria parte. Ora finalmente, dopo mesi di chiacchiere e schermaglie, vedremo chi è riformatore e chi è conservatore. Anche se temo che i più numerosi saranno i gattopardi. Da anni, l’Usigrai chiede una Rai nuova. E, negli ultimi mesi, anche attaverso momenti di scontro, ha […]

Sky-Mediaset, il nuovo duopolio

“Il nuovo duopolio italiano si chiama ormai Sky-Mediaset. La Rai, in attesa di un chiarimento (ma davvero la televisione e’ stato uno dati punti riservati del patto del Nazareno?), va verso la serie B. E’ di queste ore la notizia della pay-tv europea di Rupert Murdoch. Una concentrazione inedita e inaudita, che si riverberera’ inesorabilmente […]

Il fondo per l’editoria non ferma la crisi: anche Linkiesta ko

La crisi dell’editoria sembra non arrestarsi più. Secondo il rapporto presentato nei giorni scorsi alla Camera dall’Agcom, il fatturato dei quotidiani nel 2013 ha registrato un calo del 7% rispetto al 2012. Ancora peggio quello dei…

Chi salverà “l’Unità”? Intervista al direttore Landò: “Internet cambierà la carta”

Dopo lo scampato rischio che la storica testata fondata da Antonio Gramsci potesse finire in mano a investitori dichiaratamente di destra si apre qualche spiraglio per il futuro dell’Unità. Ne abbiamo parlato con Luca Landò…

Rai: un vero servizio pubblico deve “illuminare” le zone più “buie” della nostra società

Articolo21 non poteva non farsi promotore di un dibattito sul futuro del servizio pubblico radiotelevisivo. Dall’incontro delle idee, anche le più lontane , nascono i migliori prodotti perchè hanno nel Dna la pluralità. Aggiungo allora la mia: un vero servizio pubblico deve “illuminare”…

Chiacchiere dalla Rai

Settimana fondamentale ad Hit parade! Diceva all’inizio di ogni puntata della famosa trasmissione radiofonica il compianto Lelio Luttazzi. E settimana almeno altrettanto fondamentale per la Rai. E’ in programma tra oggi e domani, infatti, il consiglio di amministrazione dell’azienda, da cui forse emergeranno alcune scelte sul riordino del servizio pubblico. E sottolineo se, cantava Mina. […]

Nelle mani dei cittadini per riformare la Rai

Di fronte agli affari Berlusconi e De Benedetti lasciano il passato alle spalle: stanno trattando, tramite le concessionarie pubblicitarie dei rispettivi gruppi (Mondadori Pubblicità e Publitalia da una parte e Manzoni dall’altra), per costituire una mega concessionaria di pubblicità web per fare cartello sui prezzi con i due colossi Google e Facebook. L’operazione può avere […]

Diffamazione: che fine farà il testo al Senato?

“Che fine farà il testo, ora al Senato, sulla diffamazione?” Se lo chiedono in una nota Giuseppe Giulietti e Vincenzo Vita di Articolo21. “Le proposte migliorative sono state bocciate dalla Commissione Giustizia, come ha denunciato Felice Casson, presentatore di diversi emendamenti, essenziali per rendere equilibrato il progetto varato dalla Camera dei deputati. E’ vero che viene eliminato il rischio del carcere, in compenso non si mette fine alle querele temerarie, la rettifica rischia di essere senza risposta, le multe sono tanto alte da far immaginare un improbabile mondo di ricchi…

Diffamazione: Casson, “un ‘bavaglino’
per i giornalisti. La legge è da cambiare”

Allora, senatore Casson, con la legge sulla diffamazione e il diritto di cronaca come uscita dalla Commissione giustizia del Senato, si deve parlare ancora di bavaglio per i giornalisti che rivendicano il diritto di informare e ,insieme, a quello dei cittadini ad essere informati? Comincia con questa domanda la conversazione con il  parlamentare del Pd, […]

Gaza, effetto collaterale: censura dell’informazione

La tragedia di Gaza rischia di avere un ulteriore gravissimo “effetto collaterale”: la censura virulenta dell’informazione. Ai giornalisti (e, ovviamente, ai tecnici che lavorano con loro) Israele non garantisce l’incolumità, come a suggellare la brutalità dell’occupazione della Striscia. Nell’aria serena dell’Ovest risuona sempre il discorso del diritto alla sicurezza dello Stato di Israele. Ci mancherebbe. […]

Rai: Gubitosi rivoluziona i Tg. Usigrai: “si parte col piede sbagliato”. Fnsi: “riformare la governance e superare la Gasparri”. Articolo21 continua la sua consultazione sul futuro del servizio pubblico

“Abbiamo immaginato due fasi, la prima si dovrà realizzare tra il 2015 e il 2016. Prevede la nascita di due newsroom. La numero 1 sarà composta dall’accorpamento di Tg1, Tg2 più Rai Parlamento…

Rai: Siddi (Fnsi), basta indiscrezioni, progetti nuovi sul tavolo, se ci sono Fnsi, come sempre, accanto a colleghi e a Usigrai per vera riforma servizio pubblico

“Quella delle indiscrezioni a getto continuo non è una politica. Tanto meno lo è se riguardano un’azienda di servizio pubblico. Se davvero c’è un piano per riformare la Rai, lo si metta sul tavolo in maniera chiara e trasparente. La Fnsi sindacato di tutti i giornalisti italiani a quel punto, se ce ne sarà bisogno, […]

Rai: alcune proposte per affrontare i temi del rinnovo della concessione e della riforma

All’indomani dell’indebita sottrazione da parte del Governo dei 150 milioni di euro dal bilancio della Rai per il 2014 si è sviluppata una vera gara tra proposte di riforma della Rai, del canone, della concessione, del progetto editoriale e di altri temi ancora. Man mano che i giorni passavano questa frenesia riformatrice si è andata man […]

Rai: cdr, nessun accorpamento senza confronto su prodotto

“Parlare di riorganizzazione significa parlare innanzitutto di prodotto. Come sottolineato dall’Usigrai, le voci che in questi giorni si sono rincorse su possibili accorpamenti di testate non possono essere prese in considerazione se prima non si chiarisce come dovrà essere impostata l’offerta informativa del servizio pubblico”. E’ quanto sottolineano in una nota congiunta i comitati di redazione […]

Rai: Art.21, il pericolo è l’immobilismo

“Il pericolo più grande per la Rai è oggi rappresentato dall’immobilismo, dalla paura della riforma. L’annuncio di un possibile piano editoriale può e deve rappresentare una opportunità; per questo bisogna attendere di conoscere i testi, valutarli e definire i tempi di un confronto che dovrà andare ben oltre i cancelli di viale Mazzini.” Lo afferma […]

Giornali: Art.21, preoccupati per sorti “l’Unità” e “Europa”

“Non ci interessa il colore dei giornali che rischiano di sparire, ci preoccupa invece che possano essere soppresse voci originali con l’ulteriore riduzione del pluralismo delle opinioni, per altro merce sempre più rara. Per questo siamo solidali con le redazioni di Europa e dell’Unità e non possiamo certo dimenticare che, ogni qual volta, ci siamo […]

La consultazione di Art.21 sul futuro del sistema dei media e sulla riforma della Rai. Assemblea, Assisi 17-18 ottobre

Questo contributo di Roberto Zaccaria inaugura in modo formale la campagna di consultazione di articolo 21 sul futuro del sistema dei media e sulla riforma della Rai. Mai come in questo momento è necessario tenere in vita un pensiero critico ed impedire che temi quali il conflitto di interesse…

Agcom: Art.21, spariti conflitto interessi e antitrust?

“La relazione al Parlamento dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni si segnala per ciò che non c’è, piuttosto che per quello che si evince dall’ascolto e dalla lettura. In soffitta sono finiti il conflitto di interessi e l’antitrust radiotelevisivo. Sono temi maledetti? Non se ne può parlare? Vige sempre la pax mediatica? Siamo colpiti, poi, […]

Diffamazione a mezzo stampa: dalla legge bavaglio al bavagliolo

Magari non sarà una nuova legge bavaglio, ma potrebbe comunque rivelarsi una legge bavagliolo, e contribuire comunque a peggiorare ulteriormente l’esercizio del diritto di cronaca, per altro un diritto che non ha mai entusiasmato le classi dominanti, a qualsiasi latitudine e di qualsiasi natura e colore. Ci riferiamo alla nuova legge sulla diffamazioneche, dopo l’approvazione da parte della […]

Palestina e Israele, crescono le vittime civili. Ma si muore anche altrove. Siria, Mali, Centrafrica… Nel silenzio dei media

C’è solo un posto al mondo dove la guerra, alcuna guerra, non viene dimenticata: il web. Basta andarci dentro, per accorgercene. Non ci credete? Facciamo un giro. Sappiamo, più o meno tutti, che sono ore di terrore in Palestina e in Israele. Cinque i giorni d’attacco israeliano a Gaza, ad oggi. I morti sono 121, i […]

Nuovo giro di vite su internet e copyright

Ultimo round oggi ad Ottawa per riscrivere le regole su mappe geografiche, marchi, brevetti e copyrigt. 12 i paesi interessati come Usa, Giappone e Vietanam. Incontri segreti e contestazioni…