Verità e fake news, il corso di alta formazione Unipd-Fnsi ha 54 iscritti. Un successo.

0 0

Sono andati esauriti i posti disponibili per iscriversi al corso di alta formazione su verità e fake news attivato dall’Università di Padova insieme alla Federazione nazionale della stampa italiana, Sindacato giornalisti Veneto e Articolo 21. 54 gli iscritti che hanno deciso di intraprendere il percorso multidisciplinare tracciato grazie all’alleanza fra il mondo della ricerca e il mondo dell’informazione allo scopo di fornire strumenti culturali e tecnici per affrontare l’ecosistema massmediatico. «La realtà è complessa – spiega la professoressa Laura Nota, prorettrice e direttrice del corso – e non può essere semplificata da una visione parziale o da un approccio stereotipato o peggio ingabbiato da pregiudizi o manipolato da “bufale”. Serve il pensiero critico che va costruito con l’analisi, lo studio, l’impegno, il confronto e l’ascolto». «È un corso per coloro a cui sta a cuore l’articolo 21 della Costituzione – aggiunge Giuseppe Giulietti presidente della Fnsi – il diritto di essere informati e il dovere di informare in maniera corretta, accurata, verificata».

Questa la sfida e la scommessa del corso che rappresenta un unicum in Italia, un progetto pilota cui hanno aderito anche l’Ordine dei giornalisti del Veneto e il Sindacato giornalisti del Trentino Alto Adige. Chi si è iscritto al corso sa che stringe un patto di reciprocità con gli altri corsisti e con i docenti per mettersi in gioco in prima persona e discutere certezze, consuetudini, e prassi consolidate a volte per comodità.
“Raccontare la verità – Come informare promuovendo una società inclusiva e combattere le fake news” è più di un titolo, è più di uno slogan: significa porsi domande, cercare spunti, trovare risposte, suggerire soluzioni, creare problemi, nella consapevolezza della parzialità dei vari punti di vista, riconoscendo che il compito di chi informa è innanzi tutto di non abdicare mai alla ricerca del vero con lealtà e buona fede, senza l’arroganza di ergersi a sacerdoti della notizia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.