Voi assaltereste il Parlamento? Ordine e Sindacato veneto: “In tv provocazione inaccettabile”

1 0

“Voi assaltereste il Parlamento?”. Un concetto eversivo, posto come una domanda qualsiasi e richiamato nella grafica nella puntata del 7 gennaio di Focus, trasmissione di prima serata di Reteveneta, ideata e condotta dal giornalista Luigi Bacialli, direttore responsabile del gruppo televisivo Medianordesr che comprende Antennatre, Telenordest e Telequattro.

Ospiti in studio Renato Boraso, Roger De Menech, Isabella Dotto, Giorgio Pasetto, Pietrangelo Pettenò, Simonetta Rubinato.

Sindacato e Ordine dei giornalisti del Veneto non possono che prendere le distanze da un’iniziativa che ha fatto sobbalzare molti dalla sedia, ledendo peraltro la credibilità dei lavoratori dell’informazione.

E poco cambia si tratti di colpevole leggerezza o di scelta consapevole: entrambe le opzioni sono gravi e non rendono onore a chi se ne è reso partecipe.

Il tutto a poche ore dall’assalto al Congresso degli Stati Uniti con un tragico bilancio di morti. Un fatto senza precedenti, alimentato da messaggi eversivi, fake news, narrazioni complottiste e antiscientifiche (fondate su tutto, tranne che sui fatti) a partire dalle quali gruppi estremisti neofascisti e antidemocratici soffiano sul fuoco dello scontento, cercando di spingere la rabbia sociale verso la distruzione della democrazia. Atti ostili nei confronti dei lavoratori e di chi crede nella partecipazione organizzata per contrastare diseguaglianze sociali sempre più forti e inaccettabili. L’informazione ha la funzione di raccontare la realtà complessa che viviamo, rendendola comprensibile a tutti, non certo di assecondare irresponsabilmente derive pericolose e tese a legittimare svolte autoritarie e antipopolari.

Questo il comunicato del cdr

In merito alla puntata della trasmissione Focus di Rete Veneta, emittente del gruppo Medianordest, dal titolo “Voi assaltereste il Parlamento?”, non condivisibile, il cdr ha avuto un confronto con il direttore Bacialli. Pur prendendo atto delle sue motivazioni, il comitato di redazione ribadisce  come sia fondamentale, in questa difficile fase, cercare di mantenere toni sobri e misurati, così da non esacerbare gli animi già fortemente provati dall’emergenza sanitaria ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.