Sei qui:  / Articoli / Il 22 maggio Rai1 trasmette “Felicia Impastato”. L’appello del figlio Giovanni: guardiamo questo film per ricordare vittime Capaci

Il 22 maggio Rai1 trasmette “Felicia Impastato”. L’appello del figlio Giovanni: guardiamo questo film per ricordare vittime Capaci

 

Una maratona per ricordare il 23 maggio, la giornata della legalità, una data buia, quella dell’agguato che causò la morte di Giovanni Falcone, della moglie e degli agenti della scorta. E si comincia con un film straordinario. Il 22 maggio alle 21.25 su RaiUno andrà in onda “Felicia Impastato” per la regia di Gianfranco Albano, basato sulla storia della madre del giornalista e attivista ucciso a Cinisi il 9 maggio del 1978, e che ha come protagonista la brava Lunetta Savino.
“Sono passati pochi giorni dalla bellissima manifestazione in memoria di Peppino organizzata dalla mia famiglia e da Casa Memoria e vorrei davvero ringraziare tutti per il contributo che ciascuno ha dato. Un’esperienza unica che ci ha fatto vivere grandi emozioni. – dice Giovanni Impastato, fratello di Peppino e anima del movimento che da 42 anni porta avanti la battaglia per la legalità e perché emerga ogni dettaglio sul delitto – Ci siamo abbracciati a distanza, siamo rimasti uniti. Oggi vi chiedo, vi chiediamo un altro contributo importante. Venerdì, alla vigilia della strage di Capaci RaiUno trasmetterà il film sulla storia di mia madre, Felicia Impastato. E’ un’occasione importante, un’altra occasione importante dove dobbiamo dimostrare la nostra presenza. essere presenti davanti ai teleschermi serve per restare uniti a distanza, per non disperderci e per rendere omaggio alla figura di Felicia, madre coraggio. aggiungo che serve anche per dimostrare alla Rai che è importante dare spazio a quelle cose di qualità, nelle quali sicuramente ci sono dei contenuti. Perché non è vero che la gente vuole guardare solo l’Isola dei famosi, Il Grande Fratello. No, la gente apprezza i valori, ciò che è importante, la nostra Storia, anche quella più drammatica, forse soprattutto. Guardare questo film, rivederlo per chi lo ha già visto è un modo, secondo me, di rendere omaggio alle vittime di Capaci”.

(nella foto Lunetta Savino)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.