Sei qui:  / Articoli / Un caso al Corriere dell’Alto Adige, vicinanza e sostegno del Sindacato regionale

Un caso al Corriere dell’Alto Adige, vicinanza e sostegno del Sindacato regionale

 

Sull’emergenza covid-19, importantissimo segnale la videoconferenza del segretario FNSI Raffaele Lorusso con il sottosegretario all’editoria Andrea Martella, che ha un significato molto semplice: l’interlocuzione dei vertici della FNSI con il Governo continua ad essere ai massimi livelli. E ne vedremo i risultati nel decreto che licenzierà oggi il consiglio dei ministri.
Giornalisti che, al pari dei medici e degli infermieri sono in prima linea.
L’ultimo caso ha appena colpito il Corriere dell’Alto Adige, con un positivo al coronavirus. Redazione in quarantena. Locali da sanificare con colleghi che faranno i salti mortali per uscire regolarmente in edicola lavorando da casa.
Questo caso di contagio, al pari degli altri che si sono verificati in tutta Italia dimostra che i giornalisti (dipendenti, collaboratori, free lance) sono da considerarsi categorie a rischio, che mettono a repentaglio la loro salute per garantire ai cittadini una corretta e costante informazione, bene primario e irrinunciabile, anche e soprattutto nel bel mezzo di questa drammatica emergenza sanitaria”.
Il Sindacato giornalisti del Trentino Alto Adige sostiene il comitato di redazione nel sollecitare l’azienda, che ha praticamente dimezzato gli organici dei dorsi locali regionali, nel mettere a disposizione dei colleghi adeguati strumenti per il telelavoro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE