Sei qui:  / Articoli / Esteri / Caso Daphne. Passi indietro sull’inchiesta. Tafferugli sotto la sede del governo. Una notte a Malta che non dimenticheremo

Caso Daphne. Passi indietro sull’inchiesta. Tafferugli sotto la sede del governo. Una notte a Malta che non dimenticheremo

 

Malta è sotto shock. Nella notte è uscito di scena dall’inchiesta giudiziaria Keith Schembri, l’ex capo di gabinetto del premier Muscat. Nella notte ci sono stati tafferugli sotto la sede del governo. Nella notte noi giornalisti dopo la conferenza stampa del premier siamo stati sequestrati da energumeni e criminali, che nulla avevano a che fare con la security, nel palazzo del governo. Nella notte si sono allontanate verità e giustizia per Daphne. A un passo dalla verità, il potere politico si è vendicato. Io e Paolo Borrometi e Andrea Esposito che ha documentato tutto con la telecamera, siamo stati testimoni di quanto avvenuto nella notte a Malta. È una notte che non dimenticheremo. Vedere in piazza Matthew e Paul, due dei figli di Daphne, vedere Heleme, con la foto della sorella Daphne, vedere decine di giovani, maltrattati dalla polizia, ecco è una scena che non dimenticheremo. L’Europa non può più tacere. A Malta oggi torneranno a protestare. Non può, non deve finire senza che non vengano assicurati alla giustizia tutti i mandanti dell’omicidio di Daphne.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.