Sei qui:  / Articoli / Mafie / Omicidio Pesaro. Le mafie sparano ancora

Omicidio Pesaro. Le mafie sparano ancora

 

L’omicidio di Pesaro è un segnale gravissimo, si tratta del fratello di un collaboratore di Giustizia.
È un segnale gravissimo innanzitutto per la teoria che qualcuno continua a strombazzare che “le mafie non sparano più”. Purtroppo, Giuseppe Antoci ce lo insegna, le mafie sparano ancora, ma lo fanno quando è strettamente necessario per eliminare fisicamente il loro problema. È gravissimo perché da tempo, purtroppo, il problema mafie è scomparso dalle agende politiche.
Oggi a Pesaro l’ennesima dimostrazione che, quando meno ce lo aspettiamo, ecco il “morto ammazzato”.
Ed allora tutti a batterci il petto, con paura.
Adesso ci diranno che “le mafie tornano a sparare” o forse, ancor meglio, “se le mafie sparano allora esistono”.
Al di là del movente che verrà appurato dalle Forze dell’Ordine e dalla magistratura: Svegliamoci, prima che sia troppo tardi. Svegliamoci.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.