Sei qui:  / Blog / S.EGIDIO, GUERRA E’ SEMPRE INUTILE STRAGE

S.EGIDIO, GUERRA E’ SEMPRE INUTILE STRAGE

 

Padre Fortunato: Francesco unica strada per integrazione e pace

“La guerra è sempre un’inutile strage, è contro l’uomo. Con la preghiera e con la solidarietà con quanti soffrono in tanti parti del mondo, vogliamo dare il nostro contributo per costruire ponti di pace”. Così recita l’appello di pace che i rappresentanti delle diverse religioni hanno letto a Bologna dopo un minuto di silenzio in memoria delle vittime di violenze e guerre.

In una piazza Maggiore gremita, presenti circa 4mila fedeli, e dagli accessi regolati per ragioni di sicurezza, si è conclusa così la manifestazione ‘Ponti di pace’ organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio. Tre giorni densi di incontri, seminari e appuntamenti. Un cantiere aperto per parlare di futuro, di pace e della cura del pianeta. Al termine delle preghiere delle religioni, recitate in luoghi diversi, una processione, scandita dal suono delle campane, ha portato i rappresentanti delle confessioni davanti a San Petronio.

“Noi siamo i custodi del nostro fratello e della nostra sorella – ha detto monsignor Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna – la pace non è un gesto eroico per poi rimettersi a dormire con l’indifferenza. La pace non è nemmeno un affare per ingenui. Anzi, è ingenuo l’ottimismo di chi non vuole vedere. I ponti richiedono pazienza, tempo, capacità sistema, coraggio e tanto amore”.

Dopo di lui, Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio, ha riassunto il significato della manifestazione: “Vediamo queste comunità religiose strette in un vincolo fraterno, liberate da antiche contrapposizioni o da nuove seduzioni a combattersi. Non l’una contro l’altra, ma sulla via del futuro: senza paura perché l’essere insieme, il rivolgersi a Dio, la preghiera aprono i cuori a una via di pace”. Dal palco, anche la riflessione di monsignor Joseph Shen Bin, vescovo cattolico di Haimen in Cina.

“Attraverso il dialogo – ha affermato – possiamo conoscerci, rispettarci e camminare l’uno con l’altro per costruire un futuro armonioso e di pace”. Al termine la firma dell’appello per la pace e l’annuncio della prossima edizione della manifestazione che, nel 2019, si svolgerà a Madrid. (ANSA).

Da sanfrancesco

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE