Sei qui:  / Articoli / Informazione / Iniziative Articolo21 / 3 luglio, una serata per fare rete con chi ha a cuore democrazia e diritti civili

3 luglio, una serata per fare rete con chi ha a cuore democrazia e diritti civili

 

Da più di 16 anni Articolo 21 organizza eventi, promuove iniziative, riunisce forze diverse che hanno in comune la difesa della libertà di comunicazione, pilastro essenziale di ogni democrazia e di ogni società civile. Ma forse mai come in questo momento il lavoro di chi unisce è indispensabile per evitare il ritorno indietro – purtroppo già in atto – dei valori fondanti della democrazia nel nostro paese, che sono poi i valori che hanno tenuto insieme l’Italia nei momenti più duri, dagli anni terribili del dopo guerra, agli anni del terrorismo e poi delle stragi di mafia. Il paese appare, spesso, inconsapevole del suo passato, anche prossimo. Il solo fatto che l’immigrazione sia stata fatta ormai percepire come la maggiore emergenza è un dato di per sé sconvolgente, perché non è vero, perché gli italiani sono stati il popolo più migrante del mondo per decenni, perché non troviamo la manodopera che ci è necessaria e di loro abbiamo bisogno, perché agli immigrati affidiamo i nostri nonni e spesso i nostri bambini, perché non è vero che la delinquenza è aumentata con l’arrivo dei migranti.

La necessità di creare il grande nemico ha pienamente funzionato, e tutto passa come l’acqua sulle pietre del fiume, consumandole lentamente e lasciandole indifferenti. Indifferenti alle schedature, perché il paese non ha più memoria degli anni del fascismo, delle leggi razziali del 1938, perché tanto quello che importa è fare una comparsata in televisione e gli zingari sono pure antipatici a tutti. Giorno dopo giorno si getta fango su chi dissente, si cerca di isolarlo, o addirittura lo si minaccia. Oggi il fascismo si costruisce così. Sono passati quasi 100 anni dalla marcia su Roma e il mondo è cambiato come fossero passati molti secoli, è evidente che i fascismi nel mondo contemporaneo percorrono altre strade. E lo vediamo purtroppo in Europa e in America, dove le immagini dei bambini nelle gabbie divisi dai genitori ha però suscitato un enorme reazione popolare. Forse non basterà. Ma lì la reazione c’è. Da noi no. L’inesistenza di una opposizione politica degna di questo nome aggiunge problemi a un quadro che io non esito a definire drammatico. Dunque tocca a noi. Alla gente che crede ancora che la solidarietà sia un valore positivo, che rispetta il dettato della costituzione, che crede nell’importanza del lavoro, nell’equità dei compensi, nell’eguaglianza di tutti gli esseri umani, nella libertà di pensiero e di sessualità, nella scuola pubblica, nella sanità per tutti, in queste cose che la mia generazione, dopo aver molto faticato per ottenerle, ha poi ritenuto irreversibili. Non lo sono.

Abbiamo bisogno che i cittadini capiscano il rischio che stiamo correndo, abbiamo bisogno di tanti che semplicemente, come Luca De Bartolomei, hanno il coraggio di dire che senza una pistola in casa suo padre non si sarebbe ucciso. Soprattutto i giovani devono sapere che oggi tutti i diritti civili sono a rischio altissimo. Quelli delle donne e delle minoranze ancora di più. Per questo tocca a noi. A quelli che condividono questo sentire e vogliono fare rete, ora per ora, minuto per minuto, per fermare una deriva pericolosissima. Associazioni, sindacati, organizzazioni, singoli cittadini, intellettuali, la cultura, la scuola, professori e studenti, lavoratori bianchi e neri di ogni settore, tutti dobbiamo muoverci, con le proprie distinzioni, le proprie religioni, le proprie specificità, ma tutti insieme per salvare la nostra democrazia. Per questo una serata come quella del 3 luglio è un’occasione più importante di altre, basta leggere il programma per capire che la direzione giusta è quella. Ed è enorme la mia personale gratitudine per tutti quelli che ci stanno lavorando sodo, sacrificando sonno e vita privata. E per quelli che hanno accettato l’invito di Articolo21 e daranno il loro importantissimo contributo.


Vi aspettiamo in tante e tanti martedì 3 luglio dalle 19 alla Casa Internazionale delle Donne (via della Lungara, Roma). Per prenotarvi scrivete a: redazione@articolo21.info

LE PRIME ADESIONI 

Sara Ahmed
Nicola Alesini
Francesca Ambrosioni
Maria Ancona
Cecilia Andolfi
Maria Arena
Flavio Bacchetta
Giovanni Bartolo
Rosy Battaglia
Giampiero Bellardi
Fabio Bellumore
Micaela Berretti

Laura Berti
Michela Berti
Roberto Bertoni
Ettore Bianchi

Paolo Borrometi
Serena Bortone
Barbara Borzi
Giulia Bosetti
Luigi Bruzzano
Floriana Bulfon

Fernando Cancedda
Simona Cangelosi
Francesca Capomaccio
Alessandra Cardone
Carla Casadonte
Paolo Castelli
Alfonso Cataldi

Valerio Cataldi
Carlo Cefaloni

Daniele Cerrato
Luca Cervini
Maria Grazia Chelli
Azzurra Chiarini
Nicola Chiarini
Francesca Chiavacci
Nadia Ciancarini
Tiziana Ciavardini
Martina Cirrito
Raffaella Colonnelli

Stefano Corradino
Chiara Corvaglia
Marta Corvaglia

Riccardo Cristiano
Laura Cuciti
Guido D’Ubaldo
Maria Cristina Dalla Chiesa
Patrizia De Castro

Maria De Ghantuz Cubbe
Chiara De Lauretis
Antonio Di Bella
Martina Di Claudio

Graziella Di Mambro
Elisa Di Salvatore

Vittorio Di Trapani
Valeria Donà
Aurora Eliseo
Tiziana Ferrario
Costanza Filippi
Enzo Foi
Ilaria Frascà

Tommaso Fulfaro
Isabella Fusillo
Lidia Galeazzo
Marco Gaviglia
Stefano Gavini
Ivan Gelsomino

Angelo Giacobelli
Maria Rosa Gianniti
Donatella Gimigliano

Giuseppe Giulietti
Bruno Gnozzi
Roberto Gramiccia
Alma Grandin
Alessandro Guarasci
Gabriella Guido
Fabrizio Iannetti
Ignazio Ingrao
Désirée Klein
Maria Anglona Lasalandra
Barbara Laurenzi
Emanuela Lauri
Maria Lepri
Natalia Lombardo
Giovanni Claudio Lopez

Raffaele Lorusso
Paolo Lupino
Ezio Maiolino
Damiano Malori
Alessandra Mancuso

Elisa Marincola
Fabiana Martini
Sara Massaro

Cristiana Mastronicola
Elio Matarazzo
Gabriele Merlo
Nicoletta Micacchi
Chiara Mingarelli
Marina Mogarelli
Nadia Moretti
Mattia Motta
Gabriella Munzi

Antonella Napoli
Roberto Natale
Carlo Orecchia
Simona Pagliari
Gabriella Pandinu

Renato Parascandolo
Stefano Pastore
Federico Peluso
Federica Persiani
Michele Petrucci
Patrizia Petrucci
Tiziana Piccone
Marina Pierlorenzi
Enrico Proietti
Monica Ranieri
Silvia Resta
Marco Rossi
Gianni Rossi
Alessandra Rubenni
Luca Salici
Giuseppe Salmè

Giorgio Santelli
Pino Scaccia
Paola Scatena

Barbara Scaramucci
Stefano Scialotti

Roberto Secci
Maria Cristina Serra
Claudio Silvestri

Danilo Sinibaldi
Ilaria Sotis
Paola Spadari
Stefania Sparvoli
Lara Tomasetta
Valentina Tatti Tonni
Laura Maria Teodori
Maria Rosaria Vaiano
Paola Vannutelli

Giulio Vasaturo
Paola Venanzi
Carlo Verna
Laura Viggiano
Francesco Visconti

Vincenzo Vita
Enrico Vulpiani
Angelo Zaccone Teodosi
Vittoria Zanni

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE