Sei qui:  / Articoli / Il silenzio è mafia, flash mob per Federica Angeli della Rete No Bavaglio

Il silenzio è mafia, flash mob per Federica Angeli della Rete No Bavaglio

 

La rete No Navaglio ha organizzato nell’ambito della scorta mediatica per Federica Angeli un  flash mob della a Civita Castellana –

“Una parte di noi andrà in tribunale a Roma – si legge in una nota – per essere presente all’udienza di Federica… altri alle 11 a Civita Castellana per dare vita al flash mob in contemporanea con la deposizione di Federica Angeli in Tribunale a Roma”.

Il flash mob rientra tra le iniziative di sostegno ai giornalisti sotto scorta promosse da tempo con la Fnsi, Odg, Articolo 21, Usigrai, Stampa Romana e altre associazioni tra cui Libera Contro le Mafie. Sarà un ulteriore momento per stringersi al fianco della giornalista minacciata che coinvolgerà le scuole di Civita Castellana in occasione dell’appuntamento che chiude la rassegna “È l’Ora legale”, organizzata dal Comune di Civita Castellana, dalla Rete NoBavaglio e da Civitonica, e che vedrà, tra gli altri, la partecipazione di Don Luigi Ciotti.

Dunque, una giornata speciale per gli studenti civitonici, ancora all’insegna della Legalità e della partecipazione. Insieme a Don Ciotti anche la rappresentante dell’Associazione “Sulleregole” Diva Ricevuto. L’incontro sarà dedicato al rispetto delle regole nella vita quotidiana e sarà l’ultimo di quattro. Nei primi tre, altrettanti ospiti d’eccezione hanno accompagnato i ragazzi in dibattiti e approfondimenti su corruzione, legalità ed etica e ruolo del mondo dell’informazione nella lotta la criminalità organizzata. Con loro nei precedenti appuntamenti il procuratore generale della Corte di Cassazione Riccardo Fuzio, il regista della serie il commissario Montalbano Alberto Sironi e il giornalista Paolo Borrometi che da quattro anni vive sotto scorta per le sue inchieste contro la mafia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE