Sei qui:  / Opinioni / Il Comune si costituisca parte civile contro l’assassino del senegalese a Firenze – Lettera aperta al Sindaco

Il Comune si costituisca parte civile contro l’assassino del senegalese a Firenze – Lettera aperta al Sindaco

 

Sindaco di Firenze, Dario Nardella,  (email: sindaco@comune.fi.it)

le scrivo perché sono rimasto colpito dal suo rifiuto di proclamare il lutto cittadino, a seguito dell’assassinio del senegalese Idy Diene, da tempo stabilitosi a Firenze. Un gesto di negata attenzione per la comunità senegalese, che invece ne avrebbe consolato il dolore e prevenuto la rabbia, dopo essersi ritrovata vittima di razzismo omicida, a pochi anni da un analogo omicidio.
Sindaco Nardella,
per non aggiungere altra indifferenza al mancato lutto cittadino, le chiedo di far costituire come parte civile il Comune di Firenze nel processo contro l’assassino. Questa scelta sarebbe opportuna non solo nei confronti della vittima dei suoi familiari e della sua comunità, ma soprattutto a tutela dell’onorabilità dell’intera cittadinanza della città che amministra, da sempre antirazzista e impegnata per la pacifica convivenza e integrazione. Siamo in tanti ad osservare questo caso. Siamo in tanti a non volere che questa ferita – non curata con attenzione – propaghi l’infezione della violenza e del razzismo, su cui i saprofiti della diseguaglianza si sono ingrassati.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE